Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Google grande assente dalla “Carta sulla privacy” francese

L’azienda del motore di ricerca e Facebook non aderiscono all’accordo per la protezione dei dati personali sul web promossa dal governo

13 Ott 2010

Le filiali francesi di aziende di internet come Microsoft e Skyblog
e network come Viadeo hanno firmato oggi a Parigi una 'carta di
buona condotta' per la protezione dei dati personali sul web,
promossa dal governo francese. Assenti Facebook e Google, che hanno
rifiutato di firmare la carta.

L'iniziativa e' il primo passo in Francia per quel
'diritto all'oblio' – quello cioe' di non lasciare
tracce di dati nei motori di ricerca e sul web – difeso dal
segretario di stato per lo sviluppo dell'economia digitale,
Nathalie Kosciusko-Morizet. La carta di deontologia, non
coercitiva, punta tra le altre cose alla creazione sui siti di un
'ufficio reclami virtuale'. Vuole inoltre dare la
possibilita' ai blogger di sopprimere piu' facilmente i
propri conti internet e di controllare meglio la pubblicazione dei
dati personali sui motori di ricerca.

Il testo ha ottenuto l'avallo di Microsoft France, delle Pages
Jaunes e dei network Copains d'avant, Skyrock.com, di
associazioni familiari e per la protezione dell'infanzia.
Questi si impegnano a 'migliorare la trasparenza e l'uso
dei dati personali pubblicati dagli internauti'. Google e
Facebook hanno rifiutato di firmare la carta e
'discussioni' con i loro rappresentanti sono ancora in
corso.
La Kosciusko-Morizet spera in questo modo di arrivare ad un
'futuro accordo internazionale': 'Dobbiamo adottare –
ha detto – regole collettive di buona condotta per rinforzare la
protezione della vita privata su internet'.