Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

L'INTESA

Google-Siae, intesa sul copyright musicale

Insieme alla francese Sacem e la spagnola Sgae via all’accordo che semplifica le licenze multiterritoriali. Sami Valkonen: “Maggiori benefici per artisti e consumatori”

19 Nov 2012

F.Me.

Intesa Google-editori europei sulla musica online. La Società Italiana Autori Editori (Siae) con la francese Sacem e la spagnola Sgae (che costituiscono insieme la piattaforma Armonia) hanno firmato un accordo che garantisce l’accesso ai rispettivi repertori musicali per i vari servizi di Google a clienti di tutti i Paesi europei e (per certi repertori) delle nazioni euroasiatiche, del medio Oriente, della penisola arabica, dell’Africa e del subcontinente indiano”. Lo comunica la Siae in una nota.

Grazie a questo accordo Armonia che aggrega oltre 5,5 mln di opere i cui diritti sono gestiti da Siae, Sacem e Sgae, dà agli utilizzatori la possibilità di ottenere in modo piu’ semplice licenze multi territoriali attraverso una sorta di “sportello unico” che riguarda lo sfruttamento online e mobile in un territorio costituito da 35 paesi.

“Accordi come questo – commenta Sami Valkonen, direttore del music licensing di Google– sono fondamentali per assicurare che gli artisti ed i titolari di diritti ricevano un’adeguata remunerazione per la loro attività creativa e che i service provider di musica in digitale possano offrire sul mercato servizi innovativi a beneficio dei consumatori europei”. Secondo il vice direttore generale della Siae, Manlio Mallia, l’accordo è “un passo nella direzione indicata dalla Commissione Europea e anticipa gli scopi della Direttiva sulla gestione collettiva nell’aggregazione dei repertori. Puo’ essere considerato un progresso nel processo di implementazione dell’Agenda digitale europea“.