Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Hadopi è legge. Via alle disconnessioni “anti-pirati”

Il nuovo testo, Hadopi 2, tiene conto dei rilievi della Corte costituzionale: il distacco di Internet sarà possibile solo su sentenza di un giudice

23 Set 2009

Via libera ad Hadopi. Il parlamento francese ha votato ieri, con
258 voti a favore e 131 contrari, la legge che prevede il distacco
delle connessione Internet di coloro che scaricano illegalmente
contenuti dal Web. A favore del provvedimento hanno votato i
deputati del centro destra (Ump, Nuovo Centro), contro 113 deputati
socialisti (su 204), i verdi e i comunisti, i quali hanno
confermato l’intenzione di ricorrere al Consiglio costituzionale.
Rispetto al testo originario, il cosiddetto Hadopi 1, il nuovo
provvedimento Hadopi 2 stabilisce che la disconnessione potrà
essere effettuata dai provider solo su sentenza di un tribunale,
così come richiesto dalla Corte costituzionale che lo scorso
giungo aveva esaminato la normativa.

Stando al nuove regole, dunque, dopo tre avvertimenti all’utente
il tribunale potrà decidere di tagliare le linea Internet e, in
casi estremi, applicare una multa di 300mila euro oppure comminare
una condanna a due anni di carcere. “Non penso che si arriverà a
tanto – ha però rimarcato il ministro delle Cultura Frèdèric
Mitterand -. Anche la stessa sanzione di disconnessione sarà
abbastanza rara: questa legge ha un forte potere di dissuasione”.
I primi avvertimenti saranno inviati a partire da gennaio 2010.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link