Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL CASO

Hate speech, scoglio Infowars per Apple: rimossi alcuni podcast ma la app rimarrà

Cupertino affronta il caso del canale che diffonde fake news e usa linguaggio offensivo: la popolarità dell’app è ai vertici delle classifiche dell’App Store. Download in crescita anche su Google Play: utenti “conquistati” dalle teorie del complotto

10 Ago 2018

Patrizia Licata

giornalista

Apple non rimuoverà dal suo App Store Infowars Official, una app con video e trasmissioni live basate su teorie complottiste spesso prive di alcun fondamento che sconfinano nelle fake news nell’hate speech. L’azienda della Mela ha rimosso diversi podcast Infowars dal negozio di iTunes per violazione delle sue linee guida sull’hate speech ma non ha tolto l’applicazione dall’App Store.

“Sosteniamo con convinzione la libertà di esprimere tutti i punti di vista sull’App Store, purché le app rispettino gli utenti con opinioni diverse e seguano le nostre linee guida”, ha fatto sapere Apple tramite Buzzfeed e Reuters. “Continuiamo a esercitare un controllo sulle app per rilevare eventuali violazioni delle nostre linee guida e se troviamo contenuti che le violano e sono offensivi verso gli utenti rimuoviamo le app dallo store, come abbiamo sempre fatto”.

A sparire dai podcast su iTunes è stato in particolare lo show “di punta” del canale, “The Alex Jones Show“, in cui il conduttore radiofonico americano noto per le teorie complottiste si lancia in una serie di affermazioni spesso prive di fondamento ma presentate come “notizie”; per esempio, ha affermato che i Democratici americani avrebbero innescato una guerra civile il 4 luglio scorso e negato che alcune stragi siano mai avvenute.

Le controversie su Infowars sono tuttavia solo destinate a crescere: dopo che Apple ha eliminato l’accesso diretto a una serie di podcast Infowars su iTunes la app è diventata sempre più popolare e ora l’azienda di Cupertino si muove su un campo minato. Secondo il New York Times, Infowars Official è schizzata al no. 49 tra le app gratuite più scaricate finora sull’App Store, escludendo i giochi; tra i canali di “news” più popolari negli Stati Uniti è salita alla n.3, superando New York Times, Buzzfeed, Cnn e Fox News.

Facebook e YouTube hanno a loro volta deciso di limitare l’accesso di Alex Jones alle loro piattaforme, ma la versione Android di Infowars Official è ancora su Google Play e, come avviene sul negozio di applicazioni di Apple, i download continuano a crescere.

Su Google Play, Infowars si presenta come “canale media alternativo”, ha una valutazione degli utenti 4.9 su 5 ed è la no.11 tra le app più popolari, riporta The Verge. I giudizi degli utenti sono entusiastici e sottolineano la “affidabilità” di un’informazione “imparziale” e che “apre gli occhi”, con commenti come: “Siete la mia fonte di notizie preferite, vi seguo da anni, senza Alex Jones il governo ci farebbe ancora il lavaggio del cervello, continuate così, non ci faremo ridurre al silenzio!”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

A
android
A
app
A
apple
F
fake news
H
hate speech

Articolo 1 di 5