Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

I servizi mobili “intelligenti” croce e delizia dei carrier

Secondo una ricerca commissionata da Tellabs, gli operatori mobili devono agire in fretta per vincere una sfida che li vede contrapposti a giganti del Web come Facebook e Google

11 Feb 2010

Cresce la domanda di servizi Internet mobile avanzati. Una sfida
che vede contrapposti carrier  e sviluppatori di applicazioni. Chi
vincerà? A disegnare un probabile scenario una ricerca di Nielsen
Research, commissionata da Tellabs, che ha censito 15mila
consumatori in 15 Paesi.
Quasi i due terzi degli intervistati (63%) ha dichiarato che
prevede di usare nei prossimi sei mesi questi servizi
personalizzati in base a preferenze individuali, posizione
geografica, ora del giorno e parametri di socializzazione.

Proprio questa elevata domanda lancia un chiaro messaggio ai
carrier: gli utenti si aspettano una varietà di fornitori che
rendano disponibili i nuovi servizi a supporto di applicazioni in
mobilità quali musica, e-mail e localizzazione. Ma i carrier
mobili sono ritenuti “i più appropriati” solo per la fornitura
di servizi voce, Sms e Mms.

“Chiaramente i consumatori chiedono servizi Internet mobile
intelligenti e personalizzati e hanno trasferito le aspettative
legate alle linee fisse al mondo mobile – spiega Rob Pullen, Chief
executive officer e presidente di Tellabs -. Se i carrier vogliono
continuare a far parte del gioco ed evitare di divenire ‘puri
canali’, devono sfruttare i preziosi asset che già possiedono,
come ad esempio la location-awareness, e rendere le reti più
intelligenti in modo che possano supportare la richiesta di
personalizzazione. Ma devono agire subito e in fretta”.

Magari facendo leva sull’elevato tasso di fiducia che gli utenti
ancora dimostrano nei loro confronti. Ma, nello specifico, cosa
dovrebbero fare per vincere la sfida dei servizi evoluti in cui 
giganti del Web, come Google e Facebook, sembrano essere
avvantaggiati, potendo sfruttare la forza del loro brand? Secondo
Nielsen è necessario rendere le reti più intelligenti al fine di
supportare l’erogazione di nuovi servizi Internet mobile
personalizzati, costruendo, così, solide relazioni con gli utenti
in grado di farli continuare a giocare un ruolo di leadership nel
segmento di Internet mobile.

“La ricerca fornisce una visione chiara relativamente
all’atteggiamento degli utenti nei confronti dei loro operatori
mobili e dei servizi che questi offrono. Essa dimostra che il mondo
delle telecomunicazioni mobili sta affrontando enormi cambiamenti
man mano che gli utenti scoprono e adottano nuove applicazioni e
servizi – puntualizza Edward Kershaw, vice president Emea di
Nielsen -. Se gli utenti sono positivi relativamente al loro futuro
mobile, appare chiaro che gli operatori devono essere flessibili e
reattivi nei confronti della domanda del mercato se vogliono
mantenere la fedeltà dei loro clienti”.