Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

IL MESSAGGIO

Il Papa: “Internet è parte della vita delle persone”

In occasione della Giornata delle Comunicaizoni sociali, Benedetto XVI evidenzia l’importanza della Rete: “Il Vangelo può essere comunicato anche sui social network”

24 Gen 2013

E.L.

“L’ambiente digitale non è un mondo parallelo o puramente virtuale, ma è parte della realtà quotidiana di molte persone, specialmente dei più giovani”. Così il Papa nel messaggio per la Giornata delle Comunicazioni sociali. “I network sociali – scrive – sono il frutto dell’interazione umana, ma essi, a loro volta, danno forme nuove alle dinamiche della comunicazione che crea rapporti’, mentre ‘una comprensione attenta di questo ambiente è il prerequisito per una significativa presenza all’interno di esso”.

Anche attraverso le reti digitali la ricchezza di messaggi del Vangelo può trovare la strada per raggiungere un numero ampio di persone. Secondo Benedetto XVI “la capacità di utilizzare i nuovi linguaggi è richiesta non tanto per essere al passo coi tempi ma proprio per permettere all’infinita ricchezza del Vangelo di trovare forme di espressione che siano in grado di raggiungere le menti e i cuori di tutti”.

“Nell’ambiente digitale – prosegue il Papa nel suo messaggio – la parola scritta si trova spesso accompagnata da immagini e suoni. Una comunicazione efficace, come le parabole di Gesù, richiede il coinvolgimento dell’immaginazione e della sensibilità affettiva di coloro che vogliamo invitare a un incontro col mistero dell’amore di Dio”. “Del resto – rileva ancora il Papa – sappiamo che la tradizione cristiana è da sempre ricca di segni e simboli: penso, ad esempio, alla croce, alle icone, alle immagini della Vergine Maria, al presepe, alle vetrate e ai dipinti delle chiese”. “I credenti – si chiarisce ancora nel messaggio – avvertono sempre più che se la buona notizia non è fatta conoscere anche nell’ambiente digitale, potrebbe essere assente nell’esperienza di molti per i quali questo spazio esistenziale è importante”.

‘L’ambiente digitale – prosegue il Pontefice – non è un mondo parallelo o puramente virtuale, ma è parte della realtà quotidiana di molte persone, specialmente dei più giovani”. “I network sociali – afferma Ratzinger – sono il frutto dell’interazione umana, ma essi, a loro volta, danno forme nuove alle dinamiche della comunicazione che crea rapporti: una comprensione attenta di questo ambiente e’ dunque il prerequisito per una significativa presenza all’interno di esso”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

B
Benedetto XVI
P
Papa
S
social network