Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Il patron di Iliad pronto a salvare Le Monde

Xavier Niel, il fondatore del gruppo francese di Tlc e del provider Free, ha mobilitato 61 milioni di euro. Lo sbarco nei media in cordata con il banchiere Pigasse e il magnate Bergè

04 Giu 2010

Xavier Niel, il fondatore del gruppo di tlc francese Iliad e del
provider Free, pronto a salvare Le Monde. Secondo quanto rivela
oggi dal settimanale L'Expansion sul proprio sito internet Niel
avrebbe già mobilitato 61 milioni di euro per partecipare
all'aumento di capitale della testata francese. “Da tempo
Niel è interessato al settore dei media – precisa il settimanale
scrive il giornale -. Ha già investito oltre 500mila euro nei blog
di informazione Bakchich, Terra Eco e Mediapart”.

Ora Niel, che si è associato all'uomo d'affari, Pierre
Bergé, e al banchiere di Lazard, Matthieu Pigasse, "è pronto
ad investire 61,1 milioni di euro – con i suoi partner
complessivamente dai 80 ai 100 milioni di euro – grazie alle
cessioni realizzate dall'inizio dell'anno di titoli Iliad
per 24,6 mln di euro e dell'1% del capitale del gruppo per 36,5
milioni alla sua holding Njj", conclude L'Expansion.
Oltre alla cordata Niel-Bergè-Pigasse, in lizza per il prestigioso
quotidiano parigini ci sono Le Nouvel Observateur, il gruppo
spagnolo Prisa, editore del quotidiano El Pais, il gruppo svizzero
Ringier e L'Espresso.