Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA CAMPAGNA

Iliad debutta sui social e lancia la #Rivoluzione

Inaugurati gli account ufficiali su Facebook, Twitter, Instagram e Linkedin. La compagnia capitanata da Benedetto Levi affila le armi e parte con una campagna che fa leva sulla “verità” delle nuove offerte pronte a debuttare sul mercato italiano e la “falsità” di quelle proposte dai competitor

09 Mag 2018

Mila Fiordalisi

Condirettore

Sono stati battezzati oggi i gli account ufficiali di Iliad in contemporanea di Facebook, Twitter, Instagram e Linkedin. Il quarto operatore mobile, che stando a quanto ha confermato il ceo Benedetto Levi a CorCom debutterà sul mercato italiano entro l’estate, affila dunque le armi e lo fa con una campagna, la prima e veicolata proprio attraverso i social basata sulla “rivoluzione” Iliad.

Verità e falsità le parole chiave su cui fa leva l’operazione di comunicazione. Preambolo di quel che ci aspetta nei mesi a venire. “Falsità, quello a cui sei stato abituato” è lo slogan del messaggio che chiaramente fa riferimento alle offerte dei competitor Wind Tre, Tim e Vodafone. Peraltro lo stesso Benedetto Levi in un tweet qualche giorno fa richiamava un articolo di stampa che faceva il punto sul caso delle bollette telefoniche a 28 giorni “a danno dei consumatori” twittava il manager.

La compagnia di Xavier Niel punta sulla trasparenza per farsi breccia fra i consumatori e allo slogan appena citato contrappone quello che recita: “Verità, quello di cui hai bisogno”. E peraltro proprio Levi nell’intervista a CorCom ha acceso i riflettori sul tema: “Ciò che emerge dall’analisi del mercato italiano è la forte insoddisfazione della clientela mobile e fissa e un grande senso di frustrazione di fronte ad offerte che nascondono trappole e che vengono modificate e complicate. Da questo punto di vista partiamo con un background che ci rende unici: in Francia le due offerte Free sono le stesse dal 2012, semplici e trasparenti, senza costi nascosti e spese aggiuntive”.

Il lancio degli account ufficiali della compagnia ha fatto inoltre il paio con quello dell’hasghtag #RivoluzioneIliad.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

B
Benedetto Levi
I
iliad

Articolo 1 di 5