Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

TV DEL FUTURO

Iptv, più di 100 milioni di abbonati nel 2013

Pyramid Research: Asia-Pacifico traino della crescita grazie alla Cina. La Tv via Internet rappresenterà quasi il 16% degli abbonamenti mondiali alla pay-Tv entro il 2017, con revenues di 44 miliardi di dollari

21 Mar 2013

Patrizia Licata

Sfonderanno quota 100 milioni gli abbonamenti globali alla Iptv nel 2013, secondo le previsioni di Pyramid Research, e l’incremento più importante si registrerà nella regione dell’Asia-Pacifico, grazie alle molteplici iniziative con cui China Telecom sta puntando ad ampliare la sua base utenti dell’Iptv. La tv su protocollo Internet arriverà a rappresentare una quota del 15,8% del mercato della pay-Tv entro il 2017, contro uno share del 9,3% l’anno scorso.

“Su scala mondiale, gli abbonamenti alla Iptv sono cresciuti a un tasso annuale Cagr del 40% fra il 2008 e il 2012,” nota Guillermo Hurtado, associate analyst di Pyramid Research.

I tre mercati più grandi per l’Iptv sono Cina, Francia e Stati Uniti. Ciascuno contava oltre 10 milioni di abbonati alla fine del 2012; insieme queste tre nazioni rappresentano circa il 53% del mercato globale. Ma su base regionale, è l’Asia-Pacifico il mercato più vasto, con più di 38 milioni di abbonamenti a fine 2012.

Europa occidentale e Nord America hanno il più alto tasso di penetrazione tra le famiglie, rispettivamente il 14,4% e l’8,8%, mentre i tassi più bassi di penetrazione dell’Iptv nelle case si registra in America Latina (0,6%) e Medio Oriente e Africa (0,3%)

A livello di fatturato, il mercato dell’Iptv vedrà crescere il suo valore tra il 2012 e il 2017 del 16% annuo, secondo Pyramid Research, toccando i 44 miliardi di dollari di revenue a fine 2017.

Argomenti trattati

Approfondimenti

C
china telecom
I
iptv