Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Italiani appassionati di Web-poker. In due anni spesi 4 miliardi

Agicos: si punta in media 9 mln al giorno in inverno e 8 in estate. All’erario il 70% delle giocate

01 Set 2010

Oltre quattro miliardi e mezzo in due anni. Sono i numeri raccolti
in Italia dal poker online e diffusi dall’Agicos (Agenzia
giornalistica giochi e scommesse), secondo cui nei mesi di maggiore
raccolta, soprattutto la stagione invernale, gli italiani giocano
mediamente oltre 9 milioni al giorno, cifra che scende a meno di 8
milioni in estate. A sorridere di questo successo è anche
l'erario che percepisce il 3% della raccolta: 70 milioni
incassati lo scorso anno, 90 milioni previsti per la fine del
2010.

"Ogni giocatore spende in media per una partita a poker poco
più di 6 euro – spiega l'Agicos -. Solo nel 2010 sono stati
disputati on line in Italia oltre 100 milioni di tornei. Il record
di raccolta fu stabilito nel gennaio del 2010, quando gli italiani
puntarono sui tavoli verdi virtuali 288,5 milioni". Tra gli
operatori che hanno incassato di più spicca Microgame che ha
raccolto tra settembre 2008 e luglio 2010 oltre 1,2 miliardi. Sopra
il miliardo – scrive l'Agicos – anche la raccolta
dell'accoppiata Gioco Digitale/Bwin. Da segnalare l'ottima
performance di Pokerstars che, nonostante abbia soltanto un anno e
mezzo di raccolta, ha conquistato la terza posizione in questa
speciale graduatoria. Aggiungendo la quota di Lottomatica, i
quattro operatori insieme valgono oltre l'80% del mercato.

Il mercato del poker via Web vede luce in Italia nel 2 settembre
del 2008 nasceva il mercato del poker. Il primo operatore ad
offrire partite sui tavoli verdi virtuali con soldi veri fu Gioco
Digitale, seguito a brevissima distanza da Microgame.

Ad ottobre dello stesso anno scende in campo Leonardo Service
Provider, mentre il 4 novembre è la volta di Lottomatica. A
novembre si unisce agli operatori di poker online Bwin, mentre il
gruppo Snai, Sisal, Cogetech ed Eurobet, tutti sotto la piattaforma
Playtech, fecero il loro sbarco sul mercato nel periodo natalizio.
I due piu' grandi operatori mondiali di poker online arrivano
in Italia solo nel 2009. Pokerstars offre le proprie partite dalla
fine del mese di febbraio, mentre a maggio inizia anche PartyPoker.
Nella seconda parte del 2009 scendono in campo anche Intralot e
BetClic.