Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

MEDIA

La Nasa sbarca su Eutelsat con due canali in HD e ultra HD

In tv per la prima volta in chiaro i lanci, la vita sulla stazione internazionale, le esplorazioni dello spazio profondo, e documentari sui progetti di ricerca e sviluppo

12 Apr 2018

I canali televisivi della Nasa in HD e Ultra Hd sbarcano sull’offerta satellitare in chiaro di Eutelsat. Ad annunciarlo è l’operatore satellitare, specificando che per la prima volta Ntv3 ed Ntv 4 vengono trasmessi in chiaro attraverso i satelliti del gruppo in Europa, Medio Oriente, Nord Africa e Africa Sub-Sahariana.

I telespettatori delle regioni interessate, si legge in una nota dell’operatore, potranno godere delle spettacolari immagini del programma spaziale statunitense, che comprende la copertura dei lanci, la vita a bordo della Stazione spaziale internazionale, vedute della Terra dallo spazio, esplorazioni dello spazio profondo, il sistema solare, Marte, repliche di classici Nasa come il programma Apollo e documentari sugli ultimi progetti di ricerca & sviluppo della Nasa.

Nello specifico, Nasa TV HD viene trasmesso in chiaro da Hotbird (posizione orbitale Eutelsat a 13°Est) per il pubblico TV d’Europa, Medio Oriente e Nord Africa e tramite la posizione video a 7°Est per i telespettatori dell’Africa Sub-Sahariana. Quanto a Nasa TV Ultra HD viene distribuito dalle stesse posizioni video Hotbird e 7°Est, nonché dalla piattaforma Fransat Tv, trasmessa via Eutelsat 5 West A, per gli abbonati dotati di un set TV Ultra HD compatibile. Il canale, prodotto da Harmonic, sfrutta le più innovative tecnologie di elaborazione e distribuzione Ultra HD permettendo una risoluzione dell’immagine quattro volte superiore allo standard HD.

Eutelsat, prosegue il comunicato, è il primo operatore satellitare che rende accessibili i canali Nasa ad una base di audience vasta e in forte crescita tra Europa, Medio Oriente, Nord Africa e Africa Sub-Sahariana.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5