Milano battezza il chatbot-center via Whatsapp: è il primo Comune d’Europa - CorCom

L'INIZIATIVA

Milano battezza il chatbot-center via Whatsapp: è il primo Comune d’Europa

020202 in modalità “virtuale” grazie alla collaborazione con Facebook: informazioni h24 sull’emergenza Coronavirus ma anche su viabilità, esercizi commerciali aperti e servizi per disabili. L’assessora Cocco: “I cittadini potranno anche proporre idee e suggerimenti o darci il loro parere”

21 Mag 2020

Enzo Lima

È Milano il primo Comune in Europa a battezzare un chatbot-center via Whatsapp attivo h24 in grado di fornire informazioni ai cittadini sull’emergenza Coronavirus nonché notizie aggiornate sulle attività commerciali aperte, i servizi pubblici disponibili, gli spostamenti consentiti e la viabilità, oltre alle esigenze di persone con disabilità. Il servizio fa capo al numero 020202, l’infocenter dell’amministrazione comunale: basterà salvare il numero tra i propri contatti sul cellulare e scrivere la parola “Ciao” in un messaggio. L’assistente virtuale si attiverà indicando una serie di opzioni tra cui scegliere per ottenere una risposta immediata: Servizi di supporto alla cittadinanza; Ripresa della attività economiche; Servizi pubblici e luoghi di culto; Spostamenti consentiti; Viabilità e parcheggi; Persone con disabilità; Aiutare la città di Milano; Informazioni sanitari; Decreti, ordinanze e circolari.

“Grazie alla collaborazione con Facebook presentiamo oggi ai cittadini l’assistente virtuale del Comune di Milano – sottolinea l’assessora alla Trasformazione digitale Roberta Cocco –. Un sistema semplice e intuitivo per fornire ai cittadini tutte le informazioni utili in un momento così delicato direttamente sul loro smartphone. È un modello già utilizzato dall’Oms e dalla Gran Bretagna per rispondere alle domande più frequenti legate al coronavirus e Milano è la prima città d’Europa a sperimentare questa interazione. I contenuti sono stati selezionati in base alle informazioni più richieste al nostro infoline 020202 e saranno costantemente aggiornati per offrire informazioni puntuali sui servizi e le attività della città. I cittadini potranno anche proporre idee e suggerimenti o darci il loro parere attraverso il breve questionario disponibile dopo l’utilizzo”.

Da parte sua Luca Colombo, Country Director di Facebook Italia evidenzia come  “in momenti difficili come questi, le persone usano WhatsApp più che mai per connettersi, sostenere i propri cari e le loro comunità e condividere informazioni”. “Siamo quindi felici – aggiunge -di poter fornire al Comune di Milano uno strumento di comunicazione utile ed efficace per rispondere alle domande dei cittadini, con informazioni attendibili, tempestive e costantemente aggiornate che permettano alle persone di vivere la città in modo consapevole e sicuro”.

WEBINAR
Come aumentare il ROI e ottenere forecast sempre più precisi? AI & Deep Learning per il finance
Finanza/Assicurazioni
Intelligenza Artificiale

Il servizio 020202 è stato implementato sulla versione WhatsApp Business Api, utilizzando la piattaforma di comunicazione globale di Infobip per consentire la condivisione di informazioni tempestive sulla gestione dell’emergenza Covid-19 nella Città di Milano.

“In questo periodo particolare, i Governi e le Pubbliche Amministrazioni hanno necessità di accesso a canali per la distribuzione di informazioni chiare ed immediate – commenta Silvio Kutic, Amministratore Delegato di Infobip -. Infobip è orgogliosa di fornire questo servizio unitamente all’assistenza nella gestione degli aggiornamenti e alla propria competenza tecnica per il bene e la sicurezza della comunità”

Infobip fornisce il servizio chatbot e l’assistenza nella gestione degli aggiornamenti per un accesso immediato 24/7 a tutte le informazioni sul virus. Per query più avanzate, il chatbot indirizzerà l’utente alle notizie online del Comune di Milano. Il servizio è stato sviluppato gratuitamente da Facebook e Infobip che hanno risposto al bandoAlleanza per #milanodigitale” rivolto a soggetti pubblici e privati che vogliano donare all’Amministrazione comunale progetti tecnologici e digitali volti al miglioramento della città e dei servizi rivolti ai cittadini e ai city user.

@RIPRODUZIONE RISERVATA