Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Nasce Bibletstore, la Amazon italiana

Presentata a Francoforte la piattaforma frutto dell’accordo fra Telecom Italia e Mondadori: 1.200 titoli acquistabili direttamente dal e-book di Tim, in arrivo a Natale, e dal prossimo Olipad Olivetti

07 Ott 2010

Telecom Italia e il Gruppo Mondadori hanno siglato oggi a
Francoforte un accordo per la distribuzione dei libri digitali,
alla presenza dell’Amministratore Delegato di Telecom Italia
Franco Bernabè e del Vice Presidente e Amministratore Delegato del
Gruppo Mondadori Maurizio Costa.

Grazie a questa intesa parte oggi Bibletstore, la prima libreria
digitale italiana con oltre 1.200 titoli della casa editrice di
Segrate.
I libri Mondadori, Einaudi, Sperling & Kupfer e Piemme saranno
disponibili sull’ebook store di Telecom Italia (www.biblet.it)
con 800 titoli di catalogo e oltre 400 novità che saranno edite
contemporaneamente in versione cartacea e in formato
elettronico.

“Siamo molto soddisfatti dell’accordo firmato con il Gruppo
Mondadori – ha dichiarato Franco Bernabè -. Si tratta di un
importante riconoscimento alla nostra capacità di innovare che ci
consente di porre l’azienda come driver nei mercati
caratterizzati da una forte evoluzione tecnologica. Con il lancio
di Bibletstore, Telecom Italia vuole costruire un nuovo modello di
business, diverso da quelli già adottati in altri Paesi, assieme
agli editori, lasciando loro la più ampia autonomia in termini di
scelte commerciali e di determinazione dei prezzi”.

“La trasformazione in atto a livello globale nel mercato del
libro, sostenuta dalla diffusione delle nuove tecnologie, avrà un
impatto rilevante a medio termine anche in Italia – ha spiegato
Maurizio Costa, Vice Presidente e Amministratore Delegato del
Gruppo Mondadori -. La rapida crescita dei mobile device porterà
la lettura ovunque: ci sarà più tempo per esplorare nuovi
contenuti, con un conseguente aumento del consumo che va di pari
passo con il trend mondiale di crescita dei bisogni di
informazione, formazione e intrattenimento culturale.

La partnership con Telecom Italia rappresenta un importante primo
passo per la diffusione del patrimonio editoriale del Gruppo
Mondadori, "che verrà reso disponibile anche sulle principali
piattaforme e device presenti sul mercato. La risorsa più preziosa
nel prossimo futuro sarà ancora di più l'attenzione del
cliente-lettore e, attraverso la condivisione delle conoscenze con
Telecom Italia, sarà possibile offrire all'utente un servizio
sempre più personalizzato”, ha concluso Costa.

La scelta di privilegiare l'editore più importante – che
domina non solo grazie a una rete capillare di librerie proprie e
in franchising ma anche tramite MondoLibri e Bol.it, oltre a essere
leader nella vendita per corrispondenza on line e postale – ha
suscitato le proteste degli  editori della piattaforma Edigita,
formata da Gems, Feltrinelli e Rcs, che non vogliono essere
tagliati fuori.

Immediata la risposta di Telecom: "Il primo accordo è stato
fatto con Mondadori perchè si è mostrata immediatamente
disponibile -ha dichiarato Bernabè -. Non è un accordo in
esclusiva, siamo in trattativa anche con molti altri", ma
nessuno, a quanto si apprende, avrebbe fino ad ora risposto.

La libreria digitale Mondadori offre un ampia scelta: si va
dall'ultimissimo romanzo di Ken Follet "La caduta dei
giganti", ai grandi classici di Jane Austen e Thomas Mann,
compresi i bestseller degli ultimi anni, come "Le
correzioni" di Jonathan Franzen e "Il Codice da
Vinci" di Dan Brown. I protagonisti della letteratura
contemporanea, come Philip Roth e Gabriel Garcia Marquez, nonchè i
maestri della letteratura di genere di tutti i tempi, da Agatha
Christie a John Grisham. E ancora, i grandi pensatori del passato,
quali Cartesio e Seneca, e la produzione saggistica italiana e
internazionale più recente; infine sono presenti i titoli più
noti per l’infanzia, come le fiabe di Andersen e i nuovi
protagonisti della letteratura per ragazzi come Geronimo
Stilton.

Inoltre, per la prima volta al mondo, a Natale, grazie alla
collaborazione tra le due aziende verranno presentati tre canali
tematici su abbonamento per ebook: alta letteratura, letteratura di
genere (giallo e rosa) e ragazzi. Cambierà così completamente il
modo di offrire e proporre il libro al lettore. Con il pagamento di
una cifra fissa mensile si avrà accesso a un palinsesto tematico
composto da libri da leggere, uno alla volta, ma tanti quanti si
desidera. La nuova piattaforma di Telecom Italia dedicata
all’editoria digitale permette di ospitare in formato ePub e Pdf
gli ebook che saranno protetti da un sistema Digital Rights
Management (Drm), tutelando così i diritti degli autori.

Già da oggi è possibile acquistare con Bibletstore i libri
digitali da Pc con carta di credito e a breve saranno lanciati gli
ebook reader Tim con i quali si potrà accedere in modo semplice e
diretto, con la connettività 3G alla libreria digitale: la
navigazione sarà gratuita e il cliente pagherà soltanto il prezzo
dei libri che acquista. In questo caso il pagamento  potrà
avvenire con carta di credito o utilizzando il credito della Sim
card.

Gli ebook potranno essere acquistati e letti anche con l’OliPad,
il nuovo tablet da 10 pollici di Olivetti che sarà lanciato sul
mercato nei prossimi mesi, e con  altri device grazie ad
applicazioni dedicate scaricabili gratuitamente.

Non ci sono ancora previsioni di ricavi ma Riccardo Cavallero,
direttore generale di Libri Trade Mondadori, fotografa il mercato:
"Oggi il mercato trade vale in Italia 1.400-1.500 milioni di
euro, di cui noi abbiamo una quota del 28 per cento. Il digitale
rappresenterà nel 2015 il 10% circa del mercato (circa 160 milioni
di euro stimando al massimo una crescita fino a 1.600 milioni di
euro).

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link