Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Nasce il servizio di musica digitale “in the cloud”

08 Giu 2010

Sono passati due anni dal lancio di Dada.it ed il servizio si
evolve presentandoun nuovi servizio. Nasce Play.me – Powered by
Dada, più semplice da usare, con nuove funzionalità tutte a
portata di click. Play.me offre un’esperienza musicale “in the
cloud”: l’utente cioè ha sempre a disposizione tutta la
propria musica in modo “distribuito”, via web ed in mobilità,
senza necessità di installare software sul proprio pc. Viene
lanciato anche un nuovo player musicale che rende ancora più
coinvolgente e semplice ascoltare musica grazie ad una rinnovata
interfaccia utente.

La qualità dell’ascolto in streaming del catalogo musicale sale
a 320kbps, la stessa qualità dei Cd, per un catalogo di quasi 4
milioni di brani grazie alla partnership con le maggiori realtà
del mercato discografico: Sony Music, Emi, Kiver, Mie, The Orchard,
Universal, Warner.

Crescono anche le feature a disposizione degli utenti, che possono
affinare il loro uso della musica creando playlist personalizzate,
organizzando i propri artisti preferiti e scegliendo tra oltre 100
Radio editoriali che trasmettono selezioni "verticali" di
altissima qualità e che permettono di esplorare il catalogo o per
cantante o per genere passando dal reggae al rock, dalle sonorità
degli anni 80 ai cantautori che hanno fatto la storia della musica
in Italia. In più, a mano a mano che l’uso del servizio da parte
dell’utente aumenta, Play.me è in grado di offrire a ciascun
utente proposte di musica selezionata, create in base ai brani già
ascoltati e scaricati.

Immediatezza d’uso e soddisfazione della propria voglia di
musica: in questa direzione va anche il rinnovamento che coinvolge
e cambia radicalmente la sezione dedicata alla community. Gli
utenti potranno creare e condividere playlist e gusti musicali in
maniera immediata ed integrata con i maggiori social network.

“Con Play.me, Dada libera veramente la musica ed offre agli
utenti la possibilità di proseguire l'esperienza web anche in
mobilità, mettendo a disposizione un catalogo musicale di
imponenti dimensioni – afferma Paolo Barberis, Presidente e
Fondatore di Dada. – Inoltre, gli utenti avranno la possibilità di
scoprire tanta nuova musica grazie al rinnovato motore di
recommendation ed alle radio personalizzabili".

In linea con la logica di accesso distribuito, ciascun utente
potrà accedere via mobile all’intero catalogo in streaming ed
alle stesse playlist create via web.

Il servizio è disponibile anche attraverso applicazioni Android e
iPhone (BlackBerry sarà a breve disponibile) distribuite sui
rispettivi application store.
Attraverso un meccanismo di sincronizzazione, gli utenti
ritroveranno le modifiche fatte sul proprio smartphone (Android e
iPhone) all’interno del servizio web usufruendo così di
un’esperienza musicale che prescinde dal canale di accesso (pc o
mobile). Play.me inoltre è il primo servizio in Italia ad offrire
il servizio di off-line caching ossia la possibilità di ascoltare
la propria musica anche in assenza di connessione mobile grazie
alla tecnologia della memorizzazione in locale, rendendo questa
soluzione ideale per chi ascolta musica in mobilità.

Con l'offerta “Ascolta” a 4,99 euro al mese (o 9,99 euro al
mese per chi aderisce all’offerta “Plus” che comprende anche
l’accesso in mobilità tramite le applicazioni Android e iPhone)
l’utente ha a disposizione l’ascolto dell’intero catalogo in
streaming alta qualità, senza alcuna limitazione di tempo e senza
interruzioni pubblicitarie, e l’accesso all’acquisto di
pacchetti per il download di Mp3 a basso costo. Con questa nuova
offerta low cost Dada innova ancora nel mercato musicale
italiano.

L’offerta “Scarica e Ascolta” invece è rivolta a chi vuole
continuare a scaricare musica: 9,99 al mese per potere accedere a
tutti i servizi proposti dall’offerta “Ascolta” e al download
di 15 brani a scelta. Play.me infine offre anche la possibilità di
provare il servizio gratuitamente e senza nessun impegno con alcune
limitazioni di ascolto. Per accedere poi al servizio completo è
possibile in ogni momento sottoscrivere una delle offerte
premium.

Play.me infine, per primo in Italia, attraverso una piattaforma
aperta e le proprie innovative Api, offre a partner terzi la
possibilità di sviluppare servizi musicali per i propri clienti
per diffondere il mercato musicale legale nel mercato italiano.

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link