Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Primo restyling per Twitter: messaggi con foto e video

Il microblogging ridisegna il proprio look in chiave multimediale. E strizza l’occhio alla pubblicità. Il ceo Williams: “Eguaglieremo Google e Yahoo!”

15 Set 2010

Da oggi si ''cinguetta'' non più solo con messaggi
di testo da 140 caratteri ed eventuali link, ma anche con foto e
video inserite direttamente nei propri ''tweet''.
Con questa novità Twitter, il popolare sito di micro blogging, ha
annunciato a San Francisco il suo maggiore restyling di questi
ultimi anni, ridisegnando il proprio look in chiave multimediale e
strizzando un occhio anche alla pubblicità.

Già accessibili per una parte degli utenti negli Usa, le novità
saranno gradualmente disponibili nelle prossime settimane in tutto
il mondo. ''Oggi lanciamo un nuovo Twitter – scrive, via
micro-blog, l'amministratore delegato Evan Williams – un modo
più veloce, semplice e ricco per scoprire cosa c'è di nuovo
nel proprio mondo''.

Tra i cambiamenti più significativi, la divisione ''in
due'' del sito: da un lato si continueranno a pubblicare e
leggere i 'tweet' di testo, con il flusso dei commenti
della comunità online. Dall'altra, in modo sempre più simile
a Facebook, si aggiunge la possibilità di pubblicare e condividere
direttamente nel sito foto e video, propri o presi dalla rete. A
tale scopo Twitter ha stretto accordi con diverse piattaforme di
contenuti, tra cui You Tube e Flickr. In questa sezione si avrà
anche un accesso piu' veloce ai contatti piu' seguiti, agli
argomenti piu' discussi.

Nel presentare il nuovo look, Williams ha anche auspicato che
Twitter diventi sempre di piu' una risorsa di informazioni e
news online: ''Twitter – ha scritto – sta incalzando ormai
giganti del web come Yahoo! o Google per quanto riguarda la
quantità di tempo trascorso online''. Oltre
all'aspetto ludico e sociale, Twitter è infatti diventato nel
tempo anche un mezzo importante per raccogliere testimonianze o
diffondere al mondo messaggi in caso di eventi imprevisti e spesso
drammatici, come dimostrato ad esempio nel caso del terremoto di
Haiti o delle proteste dell'onda verde in Iran.

Cambiamenti importanti che arrivano in un anno di traguardi per il
sito fondato nel 2006 da Evan Williams, Biz Stone e Jack Dorsey.
Oggi Twitter è forte di 90 milioni di ''tweet''
pubblicati ogni giorno dai suoi oltre 145 milioni di utenti, che
crescono al ritmo quotidiano di 370 mila nuovi iscritti, il 16% dei
quali attraverso terminali mobili. In quattro anni gli utenti hanno
'cinguettato' 20 miliardi di volte, secondo dati di
GigaTweet che risalgono all'inizio di agosto.

Il nuovo Twitter guarda tra l'altro con attenzione anche al
mondo pubblicitario, al quale ha aperto all'inizio di
quest'anno. Lo stesso Williams, secondo quanto riportato dalla
stampa online, ha ammesso che i cambiamenti ''aiuteranno a
monetizzare meglio il servizio''. Il tabù sulla
pubblicità è caduto ad aprile, quando Twitter ha lanciato i
''Promoted Tweets'', un programma di messaggini
promozionali che consentono alle aziende – come Starbucks o Best
Buy – di commercializzare prodotti e servizi sul microblog.