Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Pubblicità, controtendenza per l’online. Nel 2009 +8,6%

15 Apr 2009

Nel 2009 la spesa mondiale per la pubblicità crollerà del 7%.
Grazie all'innovazione dei formati advertising, invece,
Internet registrerà una spesa marcata. A dirlo è uno studio
realizzato da ZenithOptimedia, centro media del quarto gruppo
pubblicitario al mondo, Publicis. 

Secondo le previsioni, gli investimenti in Internet cresceranno
dell'8,6%. Gran parte di questa crescita sarà canalizzata nel
search advertising. Questo perché i consumatori per fare acquisti
si rivolgono sempre di più ai motori di ricerca allo scopo di
trovare i prezzi più competitivi.

Solo negli Usa si prospetta una crescita del search advertising del
9% nel 2009, mentre gli annunci in Internet aumenteranno solo
dell'1,8%.
Insomma, sono i nuovi formati ad avere prospettive di incremento
maggiori e, sempre stando allo studio di ZenithOptimedia, la
crescita sarà del 11,3% nel 2010 fino ad arrivare al 15,3% nel
2011.

Per il 2010 è prevista anche una modesta ripresa pubblicitaria è,
stando a quanto riportano i giornali britannici.
Resta il fatto che ZenithOptimedia fa una previsione, per
quest'anno, anche peggiore di quella fatta lo scorso mese,
riporta il Financial Times.

Il Telegraph ha focalizzato, invece, l'attenzione sulla ripresa
prevista nel 2010, sostenendo che la spesa pubblicitaria si
riprenderà del 2,3%.

L'amministratore delegato della Publicis Maurice Levy ha
dichiarato lo scorso 6 aprile che il mercato pubblicitario si sta
comprimendo più velocemente di quanto originariamente
previsto.

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link