MEDIA

Pubblicità sulle Tv online, Samsung spinge sull’auditel smart

Debutta sul mercato italiano la nuova “guida” firmata dall’azienda sulla tecnologia Acr che consente personalizzazione dei contenuti, raccolta dati sui telespettatori e targeting

14 Giu 2022

L. O.

streaming, tv

Personalizzazione dei contenuti, raccolta di big data sui telespettatori e targeting. Sono questi i passaggi cruciali garantiti dalla Acr, Automatic Content Recognition, tecnologia proprietaria per le Smart TV di Samsung, che fornisce a inserzionisti pubblicitari, editori ed emittenti gli strumenti per spingere il proprio business. Samsung Ads lancia ora ai player italiani di riferimento una “guida” per accedere ai nuovi strumenti.

Cos’è l’Automatic Content Recognition

La tecnologia proprietaria Acr, spiega l’azienda, alimenta insight, targeting e misurazione su milioni di Smart TV Samsung in tutto il mondo. Una soluzione sviluppata per offrire all’intero ecosistema televisivo – consumatori, inserzionisti ed emittenti – un’esperienza, si legge in una nota, “unica e vantaggiosa nel mondo della TV connessa”. La guida è da oggi disponibile in formato digitale.

WHITEPAPER
Clienti soddisfatti e fidelizzati? Ecco come fare un e-commerce di successo!
Big Data
Marketing

La Acr fornisce dati proprietari deterministici raccolti in modo trasparente e conforme al Gdpr. Ed è in grado di effettuare screenshot a livello di schermo sulle Smart TV Samsung e capire ciò che vi appare. Questa libreria raccoglie così diversi tipi di contenuti per la TV lineare, lo streaming, i giochi e la creatività pubblicitaria. Le impronte digitali Acr sono, quindi, rappresentazioni codificate di ciò che compare sullo schermo e non possono essere identificate dall’uomo.

L’accordo tra Samsung Ads e Rsmb

Per una verifica statistica della metodologia di acquisizione dei dati e di calcolo dell’audience utilizzata, Samsung Ads si è affidata a Rsmb, società indipendente di misurazione dell’audience e responsabile della progettazione, della metodologia e del controllo di qualità del servizio Barb, l’organismo congiunto del settore britannico responsabile della misurazione dell’audience televisiva nel Regno Unito. I risultati hanno certificato la qualità e la forza degli insight proprietari.

I vantaggi per telespettatori e player del settore

I dati di prima parte di Samsung Ads, alimentati dalla tecnologia Acr, forniscono una visione olistica dei comportamenti dei telespettatori sui televisori Samsung.

Secondo l’azienda sono 3 i vantaggi principali per l’intero ecosistema televisivo: personalizzazione dei contenuti (adattando le recommendation sui contenuti in base alle abitudini e agli interessi di ogni singolo telespettatore, l’Acr consente un’esperienza televisiva su misura e facilita la scoperta di nuovi contenuti). Approfondimenti sugli spettatori (unendo i dati proprietari dei dispositivi e gli insight Acr, Samsung Ads diventa per gli inserzionisti un’unica fonte di dati televisivi da cui ottenere una visione olistica dell’evoluzione dei comportamenti dei telespettatori). Ancora, la combinazione di dati Acr e addressability crea uno strumento che aiuta i marketer ad estendere la reach di una campagna oltre i canali lineari tradizionali, rivolgendosi in modo mirato al pubblico giusto con la frequenza ottimale anche sulla TV connessa.

Editori e inserzionisti alla sfida Over the top

“Cercare di comprendere l’ecosistema televisivo in continua evoluzione può essere scoraggiante perché la modalità di consumo dei contenuti in TV cambia costantemente – spiega Alex Hole, Vp e Gm di Samsung Electronics Europe -. Raggiungere i consumatori di oggi solo con i metodi tradizionali diventa, quindi, difficile perché i modelli di fruizione del pubblico si frammentano tra format e canali. Gli inserzionisti e gli editori sono così alla ricerca di partner capaci di risolvere questa sfida: identificare le tendenze dei telespettatori, fornire approfondimenti sulla loro evoluzione e, in ultima analisi, metterli in contatto con la propria audience nel passaggio dal canale lineare a quello Ott e viceversa”.

” La nuova guida Acr – conclude Hole – aiuterà gli inserzionisti a comprendere questa tecnologia e il grande vantaggio che può rappresentare per il loro business”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5