CALCIO E MEDIA

Serie A in streaming, alleanza Dazn-Nielsen per l’analisi dell’audience

Partirà dal primo settembre il nuovo sistema di misurazione dei dati di ascolto della piattaforma che trasmette il massimo campionato. Nuova interfaccia grafica per rendere disponibili e facilmente interpretabili le informazioni a tutti gli operatori di mercato

27 Ago 2021

Antonello Salerno

dashboard dazn

Mettere a disposizione di tutti gli operatori del mercato i dati di ascolto delle partite della Serie A di Calcio, che quest’anno per la prima volta saranno su piattaforma Ott, con informazioni puntuali e semplici da interpretare grazie a una nuova interfaccia grafica semplice e intuitiva da utilizzare. E’ questo l’obiettivo del nuovo sistema di rilevazione dei dati di ascolto messo a punto da Dazn – che per il triennio appena iniziato trasmetterà sette match del massimo campionato in esclusiva e tre in coesclusiva – e Nielsen. Il nuovo strumento di analisi dell’audience si è reso necessario per affrontare una situazione di mercato inedita per l’Italia, in cui una delle manifestazioni più seguite nel Paese per la prima volta esce dal circuito televisivo “tradizionale” per passare allo streaming: una situazione che – si legge in una nota di Dazn – necessita di una altrettanto nuova soluzione per la misurazione dei dati di ascolto, realizzata in modo dettagliato e puntuale. I dati puntuali di ascolto delle prime due giornate di Serie A Tim, saranno disponibili dal primo settembre, e la piattaforma sarà aggiornata su base settimanale, ogni mercoledì alle 14, con i dati sulla giornata di campionato più recente.

Il nuovo sistema si baserà su una nuova metodologia per offrire una panoramica completa degli ascolti, che comprenderà sia quelli rilevati dall’app Dazn sia quelli che Dazn Channel. A disposizione degli operatori di mercato ci saranno così le informazioni sull’ascolto minuto per minuto, ascolto medio e copertura per la componente editoriale, l’ascolto pubblicitario in riferimento a ciascuno spot andato in onda, i dati sulla tipologia di device utilizzato per fruire dei contenuti, che si tratti di TV, web, mobile & tablet, e i dati aggregati di audience profilati per sesso ed età degli spettatori.

E se in una prima fase saranno disponibili i dati di ascolto su TV rilevati da Auditel, da dicembre 2021 la piattaforma sarà arricchita con quelli su web, mobile & tablet forniti da Nielsen. Tre le fonti di informazioni che saranno prese in esame per queste misurazioni: i dati censuari Dazn misurati da Conviva Stream Sensor, utilizzati per produrre le metriche totali di visualizzazione dei contenuti editoriali e pubblicitari, i dati del panel TV Auditel, utilizzati per la stima di co-viewing e le demografiche della componente TV dell’ascolto, e i dati dello studio comportamentale su base utenti Dazn, utilizzati per la stima di co-viewing e le demografiche della componente web, mobile & tablet. A elaborare e armonizzare i dati provenienti da queste tre fonti per produrre un dato totale di ascolto sarà Nielsen, che ha anche messo a punto la nuova interfaccia grafica che renderà i dati di semplice consultazione.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3