LA PARTITA DEI DIRITTI

Calcio Serie A in bar e ristoranti, ok all’accordo Dazn-Sky: ora la palla passa alle Authority

I presidenti dei club del massimo campionato danno il via libera alla sublicenza “non esclusiva” che la piattaforma di streaming vuole concedere alla pay tv satellitare. Ma perché l’intesa diventi operativa è necessario l’ok di Antitrust e Agcom, che ha già aperto l’istruttoria

16 Ago 2021

A. S.

serie A Tim

Anche Sky potrà trasmettere tutti i match della Serie A di calcio in bar, ristoranti e hotel, in virtù dell’accordo che l’emittente satellitare ha siglato con la titolare dei diritti in esclusiva di 9 partite per ogni turno per il triennio 2021-2023, Dazn. Grazie a quest’intesa infatti la piattaforma di contenuti sportivi in diretta streaming aveva presentato una richiesta per poter cedere i diritti per la trasmissione nei locali pubblici in sublicenza a Sky, e su questa richiesta la Lega Serie A si è espressa all’unanimità con parere favorevole il 13 agosto. Ora, perché l’accordo diventi operativo, sarà necessario ottenere il parere favorevole dell’autorità Antitrust e di Agcom, che ha appena aperto un’istruttoria sul caso.

 

Nella riunione del 13 agosto, si legge in una nota della Lega Serie A, che riunisce i presidenti dei venti club del massimo campionato, l’assemblea ha “accolto favorevolmente la richiesta di Dazn di poter sublicenziare a favore di Sky i diritti del pacchetto 1 per la trasmissione nei pubblici esercizi in via non esclusiva”, recita una nota, aggiungendo che “sarà ora necessaria l’autorizzazione di Agcom e Agcm per l’utilizzo di questi diritti da parte di Sky in modalità non esclusiva”. Nella stessa riunione l’assemblea ha anche “deliberato di procedere alla creazione di un canale in lingua araba sulla piattaforma YouTube. Sul canale saranno trasmessi cinque incontri per ogni giornata di campionato – conclude il comunicato – commentati direttamente dal nuovo Centro di Lissone della Lega Serie A e visibili unicamente nell’area Medio Oriente e Nord Africa”

Quanto all’avvio dell’istruttoria Agcom per il via liberà all’accordo SkyDazn per i locali pubblici, è la stessa authority ad annunciarla in una nota firmata da Benedetta Alessia Liberatore, direttore della direzione contenuti audiovisivi di Agcom: “Si comunica che è stata avviata ai sensi dell’art. 11 del Regolamento approvato con delibera n. 307/08/Cons l’istruttoria finalizzata alla valutazione dell’istanza di deroga al divieto sancito dall’art. 11, comma 6, del decreto legislativo 9 gennaio 2008, n. 9, presentata dalla Lega Nazionale Professionisti Serie A in data 13 agosto 2021 e avente ad oggetto l’offerta di prodotti audiovisivi fruibili da parte dei soli utenti commerciali per la trasmissione del campionato di calcio di serie A nelle stagioni sportive 2021/2022, 2022/2023 e 2023/2024 in merito ai diritti del pacchetto n.1 – recita il comunicato – come descritto nell’allegato 3 dell’invito a offrire pubblicato il 4 gennaio 2021. Responsabile del procedimento è il dottor Giorgio Greppi, dirigente dell’Ufficio diritti digitali della Direzione contenuti audiovisivi”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3