Sky lascia Confindustra Radio-Tv - CorCom

IL CASO

Sky lascia Confindustra Radio-Tv

In una lettere l’Ad della divisione italiana, Andrea Zappia, chiede formalmente l’uscita. La compagnia resterà socio in Asstel e Assolombarda

30 Giu 2016

An.F.

Sky saluta Confindustria Radio-Tv, senza risparmiare qualche stoccata. La lettera di richiesta formale di uscita dall’Associazione è stata inviata martedì da Andrea Zappia, Ad di Sky Italia. Secondo quanto riporta il Corriere della Sera il motivo principale dell’addio sarebbe nella scarsa capacità di Confindustria di saper guardare al futuro e alle prospettive del mercato Over-the-Top.

Tra video-streaming e on demand i grandi colossi hi-tech stanno alzando il tiro su obiettivi e investimenti, modificando i scenari di mercato. Una situazione che da sola non basta a spiegare la mossa di Sky e, sottolinea il Corriere, ci sono anche motivi politici.

Tra questi, la mentalità duopolistica RaiMediaset che secondo la compagnia televisiva dominerebbe la gestione di Confindustria. Sky, tra i fondatori di Confindustria Radio-Tv nel 2013, manterrà invece l’affiliazione in in Assotelecomunicazioni e Assolombarda.

Argomenti trattati

Approfondimenti

C
confindustria
R
radio
S
Sky
T
televisione