LA PROPOSTA BIPARTISAN

Social network, licenza per operare: si muove il Senato Usa

Allo studio un provvedimento per regolamentare le piattaforme e si profila un’autorizzazione ad hoc. Fra le misure al vaglio anche limiti sui contenuti che possono essere censurati

14 Set 2022

Veronica Balocco

social

Il senatore statunitense Lindsay Graham, repubblicano con posizioni critiche nei confronti delle società di social media come Meta e Twitter, ha dichiarato di voler creare un modo per regolamentare le loro attività. Alla misura – che al momento non si sa quale forma assumerà – Graham sarebbe al lavoro con la senatrice Elizabeth Warren, democratica, e il senatore Josh Hawley, repubblicano. 

Poche restrizioni dalla Ftc

In un’audizione per discutere le problematiche di sicurezza su Twitter, Graham ha affermato che alle Big del comparto è stato permesso di diventare potenti a livello internazionale, con poche restrizioni su ciò che potevano e non potevano fare. Ha anche espresso preoccupazione per il fatto che la Federal Trade Commission sembra avere pochi strumenti normativi per “tenere a freno” le loro attività.

WHITEPAPER
Perchè dovresti sfruttare il CRM per un marketing basato sull'esperienza
CRM
Marketing

Limitazioni ai contenuti eliminabili

Il piano di Graham potrebbe includere regolamenti che mettano limiti ai contenuti che i social media possono eliminare, richiedendo anche loro di essere più severi sull’uso criminale delle reti e sulle interferenze straniere. “Se qualcuno rimuove i tuoi contenuti, dovrai aver diritto a un processo di appello”, ha detto Graham al Congresso.

Le grandi aziende tecnologiche sembrano avere pochi amici al Congresso: i repubblicani, da un lato, sono arrabbiati per ciò che percepiscono come una restrizione delle voci conservatrici sui social, mentre i democratici credono che l’interferenza straniera su Facebook abbia contribuito alla vittoria dell’ex presidente Donald Trump nel 2016.

Graham è intervenuto nell’ambito dell’udienza che vede testimone principale Peiter “Mudge” Zatko, Capo della sicurezza di Twitter poi licenziato dalla società. “Mudge” – come è noto nel mondo cyber ha affermato che alcuni dipendenti di Twitter erano preoccupati che il governo cinese potesse raccogliere dati sugli utenti dell’azienda.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

S
social media
S
social network

Articolo 1 di 5