Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Sony punta sulla web tv per scalfire il dominio dei broadcaster

In rampa di lancio un nuovo servizio di pay tv via Internet compatibile con la Playstation e con tutti i televisori e dispositivi Blu Ray con il marchio della casa giapponese

17 Nov 2011

Sony sta per lanciare un servizio di web tv alternativo alla tivù
via cavo. Lo scrive il Wall Street Journal, aggiungendo che la
mossa di Sony è finalizzata a entrare in diretta concorrenza con i
grandi network via cavo e satellitari che dominano il settore della
pay tv. L’operazione sarebbe inoltre un guanto di sfida nei
confronti della Apple Tv.

Il gruppo giapponese ha aperto trattative con diverse società di
entertainment e media company per negoziare la cessione dei diritti
al fine di offrire canali televisivi via web sul mercato Usa.

L’idea di Sony è quella di trasmettere i canali tivù tramite
connessioni Internet collegate ai dispositivi più popolari che
portano il suo marchio, a partire dalla PlayStation passando alle
tivù connesse fino ai Blu-ray player. C’è da dire che Sony ha
venduto 18,1 milioni di PlayStation 3 soltanto nel mercato Usa.
Secondo Wall Street Journal Sony ha già siglato accordi con Nbc
Universal, Discover Comm. e News Corp. La strategia di ingresso nel
settore della pay tv sarebbe quella di offrire un bouquet limitato
di canali e meno programmi, a prezzi più vantaggiosi per i
consumer.

La nuova strategia di Sony rispecchia il tentativo di Apple di
creare un pacchetto selezionato di contenuti televisivi per la
Apple Tv. Ma anche Steve Jobs ha trovato un muro difficile da
scalfire nel settore tivù, dove l'ingresso di nuovi competitor
non sembra facile.