Streaming Tv, grazie ai "pacchetti" risparmi fino al 56% - CorCom

MEDIA

Streaming Tv, grazie ai “pacchetti” risparmi fino al 56%

La rilevazione di SosTariffe.it: scegliendo le offerte in bundle, con un unico canone per più servizi, si riescono a ottenere prezzi mensili sensibilmente più bassi per intrattenimento e sport

22 Ott 2021

A. S.

Più servizi in streaming si sceglie di includere in un unico pacchetto, più si risparmierà rispetto al costo mensile dei singoli abbonamenti per lo sport e l’intrattenimento. A rilevare questa nuova tendenza è il nuovo report dell’osservatorio SosTariffe.it, secondo cui i bundle che comprendono più piattaforme consentono di risparmiare fino al 56% rispetto al prezzo di listino di ogni servizio.

La nuova strategia di mercato risponde da una parte alla continua crescita dell’offerta, con i servizi in streaming di film, serie Tv e contenuti per bambini e documentari on demand che continuano a crescere al fianco di quelli dedicati ai contenuti sportivi in diretta, andando ad affiancarsi alla Tv tradizionale e alle Pay tv. Grazie alle offerte a pacchetto, sottolinea SosTariffe.it, gli utenti hanno la possibilità di “attivare, spesso con abbonamenti senza vincoli, dei bundle caratterizzati da un unico canone mensile e dalla possibilità di accedere a più servizi di streaming”.

Secondo i risultati dello studio, le soluzioni più frequenti prevedono due servizi inclusi nel pacchetto. A disposizione degli utenti, però, ci sono anche tante altre opzioni con combinazioni differenti dei principali servizi di streaming TV fino a pacchetti composti da cinque diverse servizi in un’unica offerta.

Andando a vedere nel dettaglio di che cifre si tratta, la ricerca di SosTariffe.it evidenzia che le offerte con 2 servizi di streaming inclusi, hanno un costo medio mensile di 16,67 euro con un risparmio medio del 33% ed un risparmio massimo del 43% rispetto all’attivazione separata delle varie offerte. Passando ai bundle con tre servizi di streaming, il costo mensile sale a 21,63 euro con un risparmio medio del 45% ed un risparmio massimo del 56%, il più conveniente tra quelli rilevati. A seguire le offerte con 4 servizi hanno un costo medio mensile di 45,90 euro, per un risparmio medio del 35% e un risparmio massimo del 40%. Infine le offerte composte da 5 servizi hanno un costo medio mensile di 40,45 euro, con un risparmio medio del 47% e un valore massimo del 55%.

La ricerca Amdocs

Durante la pandemia gli italiani hanno dedicato circa 8 ore delle proprie giornate a guardare la Tv o ad attivare servizi di streaming musica, video e giochi. Un dato che cresce del 50% rispetto al periodo pre-Covid. Emerge da una ricerca Amdocs.

WEBINAR
2 Dicembre 2021 - 12:00
Scopri come identificare la tua Brand Voice e tradurla in step concreti per il posizionamento
CRM
Marketing

Per lo streaming – nel pieno delle restrizioni – il tempo speso per la fruizione di contenuti online tocca, in media, le 3 ore e 23 minuti al giorno contro le 2 ore e 10 minuti del periodo pre-pandemia. In aumento anche il tempo passato di fronte alla TV che, dalla media delle 3 ore e 18 minuti, supera il muro dei 240 minuti per una media italiana di 4 ore e 26 minuti.

La somma porta a un totale di quasi 8 ore al giorno spese dagli italiani nella fruizione di contenuti. Un valore che prima del Covid non arrivava alle 5 ore e 30 minuti (-43%).

La pandemia ha decisamente accelerato l’accesso ai servizi di contenuto: quasi un italiano su due (48%) dichiara, infatti, di essere ricorso all’acquisto o all’upgrade di abbonamenti quali Netflix, Amazon Prime, Hulu, YouTube Premium, Apple Music e Spotify.

Anche l’utilizzo di internet è stato ampiamente rilevante durante la pandemia. Un terzo dei rispondenti (34%) ha confermato che la condivisione della banda con altri membri della famiglia ha interferito e condizionato l’uso della connettività rispetto al passato.

Nel dettaglio un italiano su due (51%) conferma la rilevanza assunta dalla connettività wi-fi in casa come mai prima d’ora, con un 45% del campione che dichiara l’interesse a migliorare la rete wi-fi e il 61% ad aumentare la velocità di internet.

Ben il 78% degli italiani dichiara di voler continuare a svolgere più attività online post-Covid. Tra le principali, le operazioni finanziare e lo shopping in ambito fashion e food.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

S
SosTariffe.it

Approfondimenti

P
pay tv
S
streaming

Articolo 1 di 4