Tv, effetto switch-off sulle vendite: +120% in una settimana - CorCom

LA RICERCA

Tv, effetto switch-off sulle vendite: +120% in una settimana

I dati Gfk: acquistati 217mila apparecchi a ridosso del passaggio di 15 canali Rai e Mediaset all’Mpeg4. A trainare il mercato gli incentivi del bonus rottamazione

25 Ott 2021

A. S.

Nella quarantunesima settimana del 2021, quella compresa tra l’11 e il 17 agosto, le vendite di nuovi apparecchi televisivi sono schizzati alle stelle rispetto al periodo corrispondente del 2020, registrando un +120% con oltre 217mila pezzi acquistati dagli italiani. A motivare questo trend è principalmente il fatto che quella che si è conclusa il 17 agosto è stata l’ultima settimana prima dell’inizio del processo di Switch-off del digitale terrestre, con 15 canali nazionali, per la precisione le reti tematiche di Rai e Mediaset, che sono passati all’Mpeg4. Sono i dati di Gfk Market Intelligence, cha ha confrontato il numeri del mercato 2021 rispetto all’anno precedente alla luce dall’inizio del passaggio al nuovo sistema di codifica per il digitale terrestre.

A spingere le vendite ha contribuito anche, come accade dal 23 agosto, il bonus rottamazione tv, che in vista del passaggio al Dvb-t2 che si concluderà su tutto il territorio nazionale nel 2023, offra ai cittadini un incentivo per l’acquisto di nuovi apparecchi televisivi compatibili con il nuovo standard.

Il primo step della roadmap è il passaggio alla codifica Mpeg4, iniziata proprio il 20 ottobre e che dovrebbe concludersi nell’arco di sei mesi.

Analizzando più nello specifico i dati raccolti da Gfk Market Intelligence, il trend della settimana 41 registra anche un +16% rispetto ai sette giorni precedenti. Quanto al trend a valore, i dati sono ancora più positivi: la crescita in questo caso è infatti del +152% rispetto allo stesso periodo del 2020,con l’incremento dovuto – secondo Gfk – alla domanda superiora all’offerta, legata anche alle problematiche di approvvigionamento dei produttori, e all’aumento dei costi delle materie prime e della logistica, con il prezzo delle Tv che dall’inizio dell’anno è scresciuto in media del 26%

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5