MEDIA

Twitter a caccia di pubblicità: arrivano gli incentivi agli inserzionisti

Secondo un’e-mail inviata giovedì alle agenzie pubblicitarie, il social network punterebbe ora su offerte e agevolazioni per affrontare il calo di entrate dovuto ai molti brand che hanno sospeso l’advertising da quando è subentrato Elon Musk

Pubblicato il 02 Dic 2022

twitter

Twitter tenta una nuova strategia per incrementare l’impegno economico degli inserzionisti sul social network: secondo un’e-mail inviata giovedì alle agenzie pubblicitarie, la scelta è quella di offrire loro generosi incentivi. La piattaforma starebbe così intensificando i suoi sforzi per attirare pubblicità dopo che molti brand, in attesa di capire come la piattaforma intenda muoversi sui contenuti, hanno sospeso e ridotto la pubblicità da quando è subentrato Elon Musk. 

I dettagli sono stati riportati per la prima volta dalla newsletter Marketing Brew. Twitter ha annunciato l’offerta come “il più grande incentivo per gli inserzionisti mai visto” sulla piattaforma. Gli inserzionisti statunitensi che prenoteranno 500.000 dollari in spese incrementali si qualificheranno per avere la loro spesa abbinata a un “valore aggiunto del 100%”, fino a un limite di 1 milione di dollari. Allo stesso modo, gli inserzionisti in Gran Bretagna e Giappone che prenoteranno $ 250.000 di spesa incrementale riceveranno una corrispondenza del 100%.

Inizio “travagliato” per Musk

All’inizio di ottobre, Musk aveva dichiarato di voler rendere Twitter “la piattaforma pubblicitaria più rispettata” e non un “libero inferno per tutti”, nel tentativo di ottenere la fiducia degli acquirenti di pubblicità prima della conclusione del suo accordo di acquisizione. Tuttavia, il primo mese di Musk come proprietario ha incluso un taglio del personale, con il coinvolgimento dei dipendenti che lavorano sulla moderazione dei contenuti, e alcuni incidenti di spammer che si spacciano per le principali società pubbliche: episodi che hanno “spaventato” l’industria pubblicitaria. Molte aziende, da General Mills alla casa automobilistica di lusso Audi of America, hanno interrotto o sospeso la pubblicità su Twitter dopo l’acquisizione, e Musk stesso ha dichiarato che la società a novembre ha registrato un “massiccio” calo delle entrate. Le vendite di annunci rappresentano circa il 90% delle entrate di Twitter.

WHITEPAPER
Customer Data Platform: trasforma i dati dei comportamenti dei tuoi clienti in azioni di marketing
Big Data
CRM
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Argomenti trattati

Personaggi

E
Elon Musk

Aziende

T
twitter

Approfondimenti

A
advertising
S
social media
S
social network

Articolo 1 di 5