Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA DECISIONE

Privacy, l’Irlanda “blocca” il dating di Facebook

La società costretta a rimandare il lancio del servizio in tutta Europa, a causa delle preoccupazioni sollevate dal Commissario per la protezione dei dati

13 Feb 2020

Antonio Dini

Rinviato all’ultimo minuto. Il servizio per cuori solitari di Facebook, già avviato negli Usa, doveva essere lanciato oggi (giovedì) nell’Unione europea ma all’ultimo minuto è stato bloccato. A far decidere in questo senso Mark Zuckerberg e i suoi è stato il Commissario per la protezione dei dati irlandese, che è il principale regolamentatore del blocco europeo dal punto di vista di Facebook.

Così il social media ha deciso di posporre il lancio europeo. Negli Usa il servizio è stato presentato a settembre. Questo permette agli utenti di integrare gli account Instagram con il profilo per cuori solitari di Facebook e aggiungere i follower di Instagram alla lista di persone per le quali si ha una “cotta segreta” (“secret crush”).

Il Commissario irlandese, che ha il ruolo di principale regolamentatore per l’Unione europea di alcune delle più grandi aziende del settore tecnologico inclusa Facebook, ha detto che è stata informata solo il 3 febbraio scorso del lancio previsto per il 13 febbraio. E che ha espresso la sua preoccupazione circa il fatto di essere stato informato con un preavviso così breve.

Il Commissario con una dichiarazione ha detto che le sue preoccupazioni sono state ulteriormente aggravate quando non è stata fornita alcuna documentazione relativa alle valutazioni di impatto sulla protezione dei dati né tantomeno per quanto riguarda i processi decisionali intrapresi da protezione dei dati.

Per cercare di accelerare il processo, lo scorso 10 febbraio i funzionari del Commissario hanno fatto una ispezione negli uffici irlandesi di protezione dei dati, a Dublino, e hanno raccolto una ampia documentazione.

WHITEPAPER
Gestione dei contratti e GDPR: guida all’esternalizzazione di attività dei dati personali
Legal

Facebook assicura che la funzione per cuori solitari “Dating” è “sicura, inclusiva e opt-in”. Gli utenti possono segnalare e bloccare altri utenti e non è consentito inviare foto, collegamenti, servizi a pagamento o video nei messaggi.

Oltre agli Stati Uniti, Facebook Dating è già attivo in Argentina, Bolivia, Brasile, Canada, Cile, Columbia, Ecuador, Guyana, Laos, Malesia, Messico, Paraguay, Perù, Filippine, Singapore, Suriname, Tailandia, Uruguay e Vietnam.

La funzione “Incontri” richiede agli utenti interessati di creare un nuovo profilo di appuntamenti, separato da quello social. Si accede al profilo tramite account Facebook e i potenziali interessati vedranno il profilo di dating al posto di quello standard.

Facebook formulerà alcuni “incroci” basandosi su interessi comuni e altri dati, come ad esempio la posizione, ma ci sarà anche la possibilità di trovare autonomamente possibili corrispondenze sbloccando gruppi o eventi sulla piattaforma “principale”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5