Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA CURIOSITA'

Google e Levi’s insieme per la smart jacket “Commuter”

Grazie al sensore Bluetooth posizionato nel polsino si possono gestire chiamate, musica e messaggi. Nei negozi in autunno al prezzo di 350 dollari

13 Mar 2017

F.Me

Indossare una giacca “smart” costerà 350 dollari. È questo il prezzo confermato da Levi’s e Google per acquistare “Commuter”, giubbino sviluppato in collaborazione dalle due aziende e dotato di polsini “intelligenti”, che possono collegarsi via Bluetooth allo smartphone, facilitare una serie di comandi: dal rispondere alle telefonate al riprodurre brani musicali.

La tecnologia su cui si basa la giacca è interamente made in Google – più precisamente è stata sviluppata dal team Atap di BigG – ed è conosciuta con il nome in codice di Project Jacquard, dal nome di un tipo di punto a maglia caratterizzato da un disegno geometrico. La conferma del prezzo di Commuter è stata data durante il festival Sxsw, in corso ad Austin (Texas) fino al 19 marzo. Il giubbino arriverà sul mercato statunitense il prossimo autunno.

Lo speciale indumento consiste in una giacca Levi’s prodotta con delle fibre conduttive che possono essere tessute direttamente nella stoffa. Il centro di comando della smart jacket si trova sul polsino della manica sinistra. Lì è posizionato il sensore touch che registra i movimenti della nostra mano destra e – tramite un apposito accessorio Bluetooth, ricaricabiole via Usb, simile a un gemello per camicia o a un bottone – li invia all’app per smartphone dedicata. I gesti contemplati sono tre: scorrimento dall’alto verso il basso, dal basso verso l’alto o doppio colpetto sul polsino. In questo modo è possibile gestire chiamate, musica, messaggi, ma pure l’agenda e Google Maps.

La smart jacket è stata studiata nello specifico per i ciclisti, ma in realtà si adatta alle esigenze di un pubblico eterogeneo. “Pensate alla gente con la testa china sui propri device durante una cena, o a un ciclista che mette in pericolo la propria vita per controllare lo schermo dello smartphone o di un altro dispositivo… Ecco, sono situazioni del genere che mi hanno spinto a realizzare questo progetto”, ha spiegato Paul Dillinger, responsabile dell’innovazione a Levi’s, durante il Sxsw -Non per le incredibili funzionalità, ma per un bisogno immediato”. La giacca può anche essere messa in lavatrice, avendo cura di sganciare prima dalla manica l’accessorio Bluetooth.

Argomenti trattati

Approfondimenti

B
Bluetooth
G
google
S
smart jacket

Articolo 1 di 4