Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

STRATEGIE

La carica delle app “light”, le big tech all’assalto dei mercati emergenti

Da Facebook a Youtube, da Tinder a Spotify: nei Paesi in via di sviluppo vengono lanciate le versioni “leggere” dei social. Compensando scarse connessioni e cellulari entry level. E conquistare 6,47 miliardi di potenziali clienti

14 Ago 2019

L. O.

ID:85118039

Facebook ma senza video, Youtube ma con la possibilità di scaricare filmati in un secondo momento (quando ci sarà connessione). Sono le “app lite”, le app leggere con cui le big tech stanno andando alla conquista dei Paesi emergenti. Dove le connessione fisse scarseggiano, ma il potenziale è alto: 6,47 miliardi di possibili utenti che utilizzano in genere telefoni cellulari di base.

La app light diventa così accessibile anche nei nuovi mercati: occupa meno spazio sui dispositivi, ha meno funzioni e utilizza meno dati mobili, pur fornendo un’esperienza utente simile. Per questo Facebook , Youtube, TikTok, Twitter, Spotify, Linkedin hanno lanciato versioni light della propria applicazione. “Il concetto chiave delle app leggere – dicono a Frost & Sullivan è ‘less is more’”.

“La penetrazione degli smartphone è cresciuta rapidamente nei mercati emergenti, ma i limiti sul consumo di dati e sulla connettività possono essere un ostacolo” dicono a IHS Markit. Secondo Pew Research Center il 27% degli adulti in 11 paesi  emergenti possiede uno smartphone, ma non un tablet o un computer a casa contro il 75% degli Usa (il 50% possiede anche il tablet).

L’accesso alla banda larga fissa è più basso nei paesi in via di sviluppo, mentre i dati mobili continuano a mantenere prezzi elevati. Ma anche il tipo di dispositivo è importante, osservano a Gartner. I consumatori dei mercati emergenti utilizzano generalmente smartphone entry-level più lenti, il che significa che il limite al numero di app è alto e che le funzioni sono ridotte. Ma alcune funzioni sono “sacrificabili”, osservano gli analisti. Ad esempio, Tinder Lite occuperà 25 volte meno spazio sugli smartphone e consumerà meno dati mobili, secondo il Ceo dell’azienda Elie Seidman.

Le app lite stanno registrando un incremento del numero di download, nelle principali regioni in via di sviluppo, secondo Sensor Tower. Facebook Lite è stato scaricato più di 650 milioni di volte in India, Sud America e Sud-Est asiatico ed è l’app “lite” più scaricata in quelle regioni.

In India e nel sud-est asiatico, TikTok Lite è la quinta app “lite” più popolare ed è destinata agli utenti che usano smartphone per la prima volta che potrebbero non avere accesso a una connessione Internet ad alta velocità. Fra le altre app “lite”, YouTube Go, Messenger Lite e Opera Mini, un browser web simile a Google Chrome e Internet Explorer. Match Group, la società madre di Tinder, prevede che l’Asia rappresenterà il 25% delle proprie entrate entro il 2023.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5