Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

IL PACCHETTO SVILUPPO

Agenda digitale, ancora problemi per il Cdm

A quanto risulta al Corriere delle Comunicazioni la Presidenza del Consiglio e il Quirinale hanno rilevato eccessivi rimandi a leggi secondarie e misure che non hanno la caratteristica di urgenza

03 Ott 2012

Federica Meta

Rischia di slittare anche questa volta l’esame del pacchetto sviluppo, contenente l’Agenda digitale, previsto nel Cdm di domani. A frenare la discussione, questa volta, i rilievi arrivati dalla stessa Presidenza del Consiglio e dal Quirinale sulla mancanza della caratteristica di urgenza di alcune misure e sugli eccessivi rimandi a leggi secondarie. È possibile dunque un ulteriore slittamento oppure un’approvazione con riserva. Non è un caso che oggi alla Camera durante in question time, il ministro per lo Sviluppo economico, Corrado Passera abbia sottolineato che lo schema di decreto “dovrebbe” arrivare nel Cdm di domani. “Sapete quanto siamo impegnati – ha risposto il ministro a una domamda del deputato Pdl, Antonio Palmieri – Forse domani tutto si completa”. A questo punto il condizionale è d’obbligo.