Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Atti notarili online, boom in Emilia Romagna

Nel solo ufficio provinciale di Bologna i documenti ipotecari inviati alle Conservatorie per via telematica sono balzati al 45%. Intanto via alla sperimentazione anche nei registri immobiliari di Firenze, Lecce e Palermo Roma, Milano, Napoli e Torino.

06 Ott 2011

Cresce il numero delle trasmissioni degli atti notarili inviati per
via telematica, in copia digitale, alle Conservatorie dei registri
immobiliari. E' quanto emerge da una sperimentazione avviata lo
scorso gennaio e di cui si è parlato al "Saie 2011", in
un convegno su "Istituzioni e Ordini Professionali per il
Governo del Territorio" organizzato dell'Agenzia del
Territorio con il Consiglio degli Ordini Notarili
dell'Emilia-Romagna e la Fondazione Geometri e Geometri
Laureati dell'Emilia-Romagna.

Nel solo ufficio provinciale di Bologna – si legge in una nota – il
numero delle formalità ipotecarie con titolo telematico è passato
da un 5% fino a raggiungere il 45% nel mese di settembre e le
previsioni, sulla base delle rilevazioni dei primi dati di ottobre,
indicano una tendenza netta verso un'ulteriore crescita delle
percentuali.

La sperimentazione – che ha preso il via lo scorso gennaio – offre
la possibilità, a tutti i notai italiani, di trasmettere,
facoltativamente, gli atti notarili in copia digitale, per via
telematica, alle Conservatorie dei registri immobiliari di Bologna,
Firenze, Lecce e Palermo e, dallo scorso 29 settembre, anche a
quelle di Roma, Milano, Napoli e Torino.
Successivamente, con provvedimento dell'Agenzia del Territorio
e del Ministero della Giustizia – conclude la nota – saranno
stabilite modalita' e termini per l'estensione
dell'invio telematico a tutto il territorio nazionale.