Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Aziende a norma? Il check up sul sito del Registro delle Imprese

Battezzati i due nuovi servizi ri.visual e ri.build che consentono di verificare il rispetto della legalità. Bini: “Impedire le infiltrazioni della malavita”

25 Nov 2010

Il Registro delle Imprese si mette al servizio della legalità. E
lo fa tramite due nuovi servizi di consultazione online lanciati
dalla Camera di Commercio di Reggio Emilia: con
"ri.visual" si possono “vedere” immediatamente, in
formato grafico, le informazioni su un’impresa o su una persona
presenti nell'archivio online; con "ri.build",
invece, si possono tenere sotto controllo un insieme di imprese
selezionate, attraverso la segnalazione via e-mail di tutte le
modifiche che intervengono nel corso della loro “vita” .

“Era importante mettere a conoscenza la pubblica opinione –
spiega il Presidente della Camera di Commercio di Reggio Emilia
Enrico Bini – delle iniziative adottate dalle Istituzioni, che
rappresentano un esempio virtuoso, ma che necessitano di essere
ulteriormente sviluppate. Noi amministratori locali possiamo e
dobbiamo adoperarci per impedire infiltrazioni della malavita che
minano le condizioni del vivere civile, la sicurezza delle persone
e la sopravvivenza delle imprese sane e, prima ancora, si insinuano
nel sistema di relazioni, inquinando la cultura della legalità e
delle regole, ma è indispensabile che lo stato non abdichi alle
sue funzioni prioritarie e che vi siano politiche e misure su scala
nazionale"

La Camera di Commercio di Reggio Emilia da tempo è impegnata in
prima linea nella lotta contro la criminalità organizzata e le sue
ramificazioni nelle imprese del Nord Italia . A questo proposito va
ricordata la firma del protocollo insieme alle Camere di Modena,
Caltanissetta e Crotone “Le Camere di commercio contro la
criminalità per la legalità”, documento che ha fissato un
percorso comune per l'affermazione di una cultura della
legalità definendo alcune azioni congiunte e che molto
probabilmente a breve sarà adottato dal sistema camerale
nazionale..

“Le potenzialità del Registro sono molte – puntualizza Valerio
Zappalà, direttore generale di InfoCamere – e tra le più
importanti vi sono quelle di conoscere in tempo reale tutte le
informazioni economiche su una società, dalla sua denominazione
alla forma giuridica, al tipo di attività; di ottenerne
immediatamente l’elenco dei soci o degli amministratori, i
bilanci, lo statuto, lo “stato di vita” (cessazione,
liquidazione, fallimento, variazioni delle cariche, trasferimenti).
Inoltre stiamo lavorando con le Forze dell’Ordine per individuare
nuove forme “di lettura del dato” che possono essere di ausilio
alle attività investigative”.

Nel Registro è custodita una mole enorme di informazioni: 9
milioni di persone fisiche presenti (imprenditori, soci,
amministratori, sindaci e dirigenti); oltre 6 milioni di imprese
registrate; 900mila bilanci depositati ogni anno.