Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Brunetta: “Hacker fannulloni ma li ringrazio”

Dopo l’attacco informatico di ieri è pienamente operativo il nuovo sito www.riformabrunetta.it. Il portavoce del ministro: “Gli hacker hanno perso la loro scommessa. Hanno fatto pubblicità all’iniziativa”

17 Nov 2009

Dopo l'attacco di ieri da parte degli hacker è ora
perfettamente operativo il nuovo sito www.riformabrunetta.it
"I cracker – che peraltro ringraziamo per aver garantito
ancora più pubblicità alla nostra iniziativa – hanno quindi perso
la loro scommessa. In fondo non si tratta di una notizia: i
'fannulloni', infatti, perdono sempre", fa sapere il
portavoce del ministro della Pubblica Amministrazione Renato
Brunetta.

"Il portale della Riforma Brunetta della Pubblica
Amministrazione (www.riformabrunetta.it) è un fatto inedito nella
vita pubblica italiana. Per la prima volta, infatti, un sito
Internet è un elemento qualificante di una riforma strutturale
dello Stato poiché consentirà a cittadini, pubblici dipendenti e
imprese non solo di conoscere e dibattere i diversi aspetti della
riforma della Pubblica Amministrazione ma anche di monitorarne in
tempo reale l'implementazione. Per questo motivo il massiccio
attacco di cracker – spiega il portavoce – che ieri lo ha reso
inagibile appena un'ora dopo la sua inaugurazione (quando già
20mila utenti unici lo avevano consultato) non deve essere
considerato un divertimento o una goliardata. Con il loro teppismo
informatico, i 'fannulloni' che si oppongono alla riforma
Brunetta hanno in realtà compiuto un atto di stampo oscurantista.
Questo portale serve per comunicare e per aprire
l'amministrazione ai cittadini: attaccarlo vuol dire negare il
diritto alla conoscenza e violare quei principi di liberta',
accessibilita' e trasparenza che la Rete da sempre fa
propri".