CYBERCRIME

Carta identità elettronica, attacco hacker al portale nazionale? Il Viminale nega

L’azione rivendicata dai filorussi di No Name. Messaggio su Telegram: “L’Italia è pronta a fornire supporto materiale all’Ucraina, ma attende passi decisivi dagli alleati. Nessuna indipendenza”. Ma il ministero dell’Interno attribuisce il down a un problema tecnico causato da un incendio

Pubblicato il 25 Mag 2023

Enzo Lima

CIE carta di identità elettronica novità e come si richiede

Il portale nazionale della Carta di identità elettronica (https://www.cartaidentita.interno.gov.it) è stato hackerato dai filorussi di No Name? L’attacco è stato rivendicato via Telegram ma il ministero dell’Interno nega.

No Name rivendica l’attacco

Il gesto è stato rivendicato dai filorussi in un messaggio su Telegram: “L’Italia è pronta a fornire supporto materiale all’Ucraina, ma attende passi decisivi dagli alleati. Nessuna indipendenza. Fortunatamente, il nostro team può prendere decisioni da solo: siamo andati nel segmento russofobo italiano di Internet e abbiamo ucciso un sito web di carte d’identità elettroniche”.

WHITEPAPER
Un'azienda DIGITALE è più competitiva e sostenibile. Scarica la guida ed entra nella rivoluzione
Fatturazione elettronica
Archiviazione

La nota del Viminale

“I servizi della Carta di identità elettronica sono momentaneamente indisponibili esclusivamente per un problema tecnico nella fornitura della connettività internet, causato dall’incendio divampato nella giornata di ieri nei pressi della Stazione Tiburtina, che ha coinvolto cavi della fibra ottica”. Lo precisa il Viminale dopo la rivendicazione di un attacco hacker al sito fatta dal collettivo filo russo NoName057. “Sono in corso le attività tecniche per ripristinare al più presto il funzionamento del sistema” assicura il ministero. E anche gli esperti della Polizia postale stanno lavorando al ripristino del servizio.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 2