Click Day per il “Bonus Sicilia”, sito in crash: tutto rinviato all’8 ottobre - CorCom

IL CASO

Click Day per il “Bonus Sicilia”, sito in crash: tutto rinviato all’8 ottobre

In tilt il sistema informatico per l’assegnazione dei 128 milioni messi a disposizione dalla Regione per le imprese. L’assessore Turano: “Anomalia nella piattaforma di gestione. Rammaricato dal disguido tecnico”

05 Ott 2020

A. S.

Il click day per l’assegnazione del “Bonus Sicilia”, i fondi per 128 milioni di euro che la Regione siciliana ha messo a disposizione delle imprese danneggiate dal lockdown, è rimandato di 72 ore. A causare il rinvio a giovedì è stato un “crash” del sistema che ha reso inaccessibile la piattaforma dell’assessorato alle Attività produttive. A causare il blocco del sistema, secondo quanto annunciato dalla Regione, è stata “un’anomalia della piattaforma in gestione Tim“. A spiegarlo è l’assessore alle attività produttive Mimmo Turano, “rammaricato del disguido tecnico comunicato dalla Tim”, che coglie l’occasione per scusarsi con le imprese interessate. “La Regione – argomenta – è cliente e non erogatrice di servizi”.

La circostanza ha inevitabilmente scatenato le polemiche: “In Sicilia – afferma Alessandro Albanese, vicepresidente vicario di Sicindustria – il sistema del click day è diventato per gli imprenditori un vero e proprio calvario. Anzi peggio. Sicindustria continua pertanto a ribadire la necessità di una maggiore efficienza ed efficacia nei processi di assegnazione delle risorse pubbliche e una valutazione dei progetti da finanziare non sulla base di un sistema troppo spesso malfunzionante e basato solo sulla rapidità di un click, ma su criteri di ammissibilità e selezione oggettivi per progetti produttivi capaci di generare ricchezza”.

A rincarare la dose intervengono i deputati regionali del In tilt il sistema informatico per l’assegnazione dei 128 milioni messi a disposizione dalla Regione per le imprese. L’assessore Turano: “Anomalia nella piattaforma di gestione. Rammaricato dal disguido tecnico”: “Altro che click day – affermano in una nota – è stato crack day: abbiamo avvisato ogni giorno il governo Musumeci che la modalità di assegnazione dei fondi alle imprese colpite dalla crisi derivante dalla pandemia sarebbe stato un flop e così è stato. Solidarietà massima alle aziende”. “Proprio ieri – aggiunge Giorgio Pasqua, capogruppo del M5S – avevamo reso noto come le domande caricate sul portale della Regione Siciliana dalle imprese risultavano mescolate con dati di altre aziende. Il sistema era in sostanza andato in crash ancora prima del click day. Oggi l’epilogo di un disastro annunciato con il sito in tilt e le aziende inferocite”.

WHITEPAPER
Come è cambiato in Italia il quadro normativo dei pagamenti digitali verso la PA?

“Errare è umano ma perseverare è diabolico – sottolinea Claudio Barone, segretario generale della Uil Sicilia – La Regione siciliana si ostina con questi catastrofici click days. Finanziare senza nessun criterio di merito, solo sulla base della velocità, è sbagliato oltre che una pia illusione. Lo diciamo da troppo tempo, devono essere adeguate sul serio le infrastrutture e le procedure informatiche reperendo e valorizzando le professionalità necessarie”.

“Le scuse accampate e le rassicurazioni fornite dall’assessorato regionale alle attività produttive sono prive di fondamento: il sistema del click day scelto per l’assegnazione delle somme del bonus Sicilia alla piccola e media impresa si conferma una lotteria – rilancia Claudio Fava, deputato regione di Centopassi per la Sicilia – Solo una richiesta su cinque otterrà risposta positiva, la sopravvivenza di migliaia di aziende e dipenderà dal caso e dalla velocità di connessione. A questo si aggiunga la beffa di una piattaforma già in crash dopo pochi minuti, tanto da dover rinviare a giovedì l’avvio della procedura”.

Critico anche il segretario regionale del Pd, Anthony Barbagallo: “Un’altra volta. Il click day è in crash – afferma – Le imprese siciliane ringraziano sentitamente la Regione e il presidente Musumeci che avrebbe dovuto vigilare affinché tutto – almeno stavolta – funzionasse alla perfezione. Oggi aziende e imprenditori erano davanti al computer in attesa del fatidico momento e alle 9 prima il sistema è divenuto inaccessibile poi la comunicazione che il click day viene spostato all’8 ottobre”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5