PA DIGITALE

Conservazione digitale, ecco le nuove linee guida di Agid

L’Agenzia aggiorna le regole tecniche sulla formazione, protocollazione e gestione dei documenti informatici. Via alla consultazione pubblica

17 Ott 2019

F. Me.

A sei anni dall’ultimo aggiornamento, l’Agenzia per l’Italia Digitale (Agid) rinnova le linee guida per la conservazione dei documenti informatici.

Le Linee Guida, che si compongono di sei allegati tecnici – dal formato dei file e riversamento alla certificazione di processo -, sono emanate secondo la procedura prevista dall’art. 71 “Regole tecniche” del Codice dell’Amministrazione digitale (Cad) e hanno il duplice scopo di aggiornare le regole tecniche attualmente in vigore sulla formazione, protocollazione, gestione e conservazione dei documenti informatici precedentemente regolate nei Dpcm del 2013 e 2014; fornire una cornice unica di regolazione sulla materia, in coerenza con la disciplina dei Beni culturali.

WHITEPAPER
Telemedicina: come attivare una valida rete ospedale-medici-territorio
PA
Sanità

Il testo è sottoposto a consultazione pubblica per poi ricevere, prima della definitiva pubblicazione, i pareri alle Amministrazioni competenti, del Garante per la protezione dei dati personali e alla Conferenza unificata.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

A
Agid

Approfondimenti

C
conservazione digitale