Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

SPENDING REVIEW

Consip e Sogei, via libera alla riorganizzazione

In linea con quanto previsto dalla spending review la società informatica del Mef eredita tutte le attività IT riguardanti la PA. All’azienda guidata da Casalino tutte le funzioni relative agli acquisti pubblici

28 Gen 2013

F.Me.

Consip e Sogei hanno definito il trasferimento da Consip a Sogei – mediante scissione – delle attività informatiche riservate allo Stato e di quelle di sviluppo e gestione dei sistemi informatici delle amministrazioni pubbliche, nonché la convenzione che regola il passaggio a Consip, in qualità di centrale di committenza, delle acquisizioni di beni e servizi per Sogei.

Le operazioni acquisteranno efficacia con il perfezionamento dei relativi atti, dando piena attuazione alle corrispondenti previsioni del Dl 95/2012 (convertito dalla legge 135/2012) in materia di efficientamento e razionalizzazione dell’amministrazione economico-finanziaria.

La riorganizzazione, che prevede dunque che la società del Mef trasferisca a Sogei le competenze informatiche e tenga per sé quelle relative all’e-procurement rientra nella partita più ampia della riorganizzazione degli enti che si occupano di Ict pubblico e che ha visto la creazione dell’Agenzia per l’Italia digitale.

Sul versante e-procurement invece il provvedimento precisa che “le attività di realizzazione del Programma di razionalizzazione degli acquisti, di centrale di committenza e di e-procurement continuano ad essere svolte dalla Consip, che svolge i predetti compiti anche per la Sogei”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

C
consip
S
sogei
S
spending review