Csi Piemonte, Letizia Ferraris nuovo presidente - CorCom

LA NOMINA

Csi Piemonte, Letizia Ferraris nuovo presidente

“Renderemo la società protagonista dell’innovazione pubblica italiana”. Battezzata anche la nuova service control room: più efficace il monitoraggio dei servizi della PA

23 Dic 2019

Letizia Ferraris è il nuovo presidente del Csi Piemonte. “Sono onorata della nomina a presidente del Csi Piemonte – ha affermato Letizia Ferraris – Inizia oggi un cammino, che insieme agli altri membri del Consiglio di Amministrazione, percorreremo con impegno. Obiettivo precipuo del Csi è quello di proseguire nel percorso di trasformazione e rinnovamento avviato in questo ultimo anno. Come testimoniano i risultati ottenuti nel 2019 e come auspicato dal Direttore Generale Pietro Pacini durante la presentazione del Piano di Attività 2020 all’Assemblea dei Soci, raccogliamo la sfida di rendere il Csi protagonista dell’innovazione pubblica piemontese e italiana, al servizio di tutti gli enti e capace di semplificare la vita e il lavoro di tutti i cittadini”.

Completano il nuovo Consiglio di Amministrazione Luca Angelantoni (Regione Piemonte), Filippo Gliozzi (Città di Torino), Marco Ciurcina (Città Metropolitana di Torino) e Barbara Gagliardi (Università degli Studi di Torino, Politecnico di Torino e altri Enti).

Taglio del nastro per la nuova control room

Csi Piemonte battezza la nuova service control room per monitorare 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno, i servizi digitali della Pubblica Amministrazione. Il nuovo centro, collocato all’interno del data center del Consorzio, è uno spazio moderno e funzionale di circa 350 mq nel quale ci sono due aree operative dotate delle più moderne tecnologie per il monitoraggio e la gestione dei servizi H24. In ognuna delle due sale sono presenti video wall, ovvero maxi schermi da 200’’ per la supervisione in tempo reale dei 2.000 servizi che il Csi eroga  ogni giorno per i suoi clienti.

WHITEPAPER
Come si paga con PagoPA e cosa è possibile pagare? Scopri di più
PA

All’interno della service control room inoltre si trovano il Security Operation Center, per il monitoraggio e la gestione della sicurezza informatica, e le War Room, dotate di monitor touch screen da 86’’, per intervenire sulle situazioni più complesse. L’accesso all’area, in cui vi lavorano 55 tecnici specializzati, è limitato e controllato da sistemi di sicurezza e da procedure codificate, in modo da limitare il rischio di intrusioni o manomissioni. La nuova service control room è stata completamente progettata internamente al Csi, con particolare cura ai sistemi di aerazione, antincendio, illuminazione e insonorizzazione. Inoltre, lo spazio è stato realizzato in conformità a tutte le normative adottate dal Csi per garantire la qualità di servizi e infrastrutture. È proprio di questi giorni l’ottenimento e la conferma di importanti certificazioni che testimoniano l’elevato livello del Csi per ciò che riguarda: la gestione della sicurezza informatica (Iso 27001); la continuità operativa (Iso 22301); la gestione dei servizi (Iso 20000).

“Con la nuova service control room e l’ottenimento di queste importanti certificazioni – spiega Pietro Pacini, Direttore Generale del Csi Piemonte – il Consorzio aggiunge un altro tassello al processo di rinnovamento e modernizzazione che lo ha già portato ad ottenere negli ultimi mesi qualifiche rilevanti, diventando prima Cloud Service Provider e poi soggetto candidato a diventare Polo Strategico Nazionale, il livello massimo nella classificazione dei data center delle pubbliche
amministrazioni italiane. Questi risultati ci rendono orgogliosi e ci permettono di continuare a lavorare per i nostri enti, a oggi 124, grazie anche al nuovo e recentissimo ingresso del Comune di Novara e della Città di Chieri”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

P
Pietro Pacini

Aziende

C
csi piemonte