E-fattura B2B, l'Italia punta alla proroga al 2024. In ballo anche i forfettari - CorCom

IL DIBATTITO

E-fattura B2B, l’Italia punta alla proroga al 2024. In ballo anche i forfettari

Il Mef ha chiesto alla Ue di estendere l’autorizzazione, in scadenza a fine 2021, per altri tre anni e di allargare la platea alle partite Iva “flat” ad oggi sotto regime opzionale. La direttrice generale delle Finanze, Fabrizia Lapecorella: “Pià facile raggiungere sia la finalità anti-evasione sia quella di semplificazione”

06 Apr 2021

F. Me.

Novità in vista per la e-fattura B2B. Secondo quanto riporta il Sole 24 Ore, il Mef averebbe richiesto all’Unione europea di estendere l’obbligo telematico fino al 2024 – l’attuale autorizzazione europea scade il 31 dicembre 2021 – ed allargare la platea alle partite Iva forfettarie. Il perché lo ha spiegato, in audizione al Parlamento, la direttrice generale delle Finanze Fabrizia Lapecorella, secondo cui queste azioni “consentirebbero di  completare sia le finalità anti-evasione sia quelle di semplificazione, permettendo di avere un quadro completo del fatturato prodotto sul territorio nazionale”.

La questione dell’allargamento ai forfettari, ricorda il Sole, non è nuova, se ne era discusso anche durante la stesura della legge di Bilancio 2020. In quell’occasione, anche a causa della mancata copertura a livello Ue, si optò per la strada opzionale e non per l’obbligo, ma con una premialità per chi sceglieva la modalità telematica con la riduzione di un anno del termine a disposizione del Fisco per i controlli.

Nel dialogo tra Roma e Bruxelles sul tavolo c’è anche la questione della protezione dei dati contenuti nelle fatture elettroniche. Mentre in Italia si sta ancora cercando la quadra sulle norme attuative tra Mef e Garante Privacy sulla conservazione delle info per 8 anni, in sede Ue la consultazione sull’Iva nell’era digitale ha acceso i riflettori l’obbligo per i soggetti passivi di emettere e-fatture tramite un sistema centralizzato. Per arrivare a questo traguardo sarà ovviamente necessario intervenire anche sul lato privacy a livello comunitario. Cosa che aiuterebbe anche L’Italia a trovare un punto di incontro con il Garante sulle norme attuative.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

F
fabrizia lapecorella

Aziende

M
Mef

Approfondimenti

E
e-fattura
E
e-fattura b2b