Forum PA Sanità 2021: ecco i migliori progetti italiani di innovazione - CorCom

IL RICONOSCIMENTO

Forum PA Sanità 2021: ecco i migliori progetti italiani di innovazione

Il premio di FPA e P4I-Partners4Innovation va ad Asl di Foggia, Asl di Pescara, Aou Città della Salute di Torino, Hynnova e Ministero della Salute. Corso: “L’avvio dell’approccio One health digital si deve incardinare nel Pnrr coinvolgendo tutti”

28 Ott 2021

Veronica Balocco

Asl di Foggia con “Progetto Diomedee”, Asl di Pescara con “Piattaforma di collaborazione clinica quick webconnect gestione patologie croniche e gestione Covid-19”, Azienda ospedaliero universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino con “Circular health approach in radiology”, Hynnova srl società benefit con “Arianna suite: Arianna home healthcare & Arianna indoor optimization”, Ministero della Salute – Direzione per la programmazione sanitaria con “Pon Gov Cronicità”. Sono questi i vincitori del premio Forum Pa Sanità 2021, giunto alla sesta edizione, e assegnato quest’anno ai migliori progetti innovativi che applicano il modello “One health digital”, per rispondere ai crescenti bisogni di salute attraverso l’uso intelligente della leva digitale. Assegnato nell’ambito di Forum Pa Sanità 2021, l’evento digitale dedicato all’innovazione sostenibile del sistema sanitario nazionale, il riconoscimento è organizzato da Fpa e P4I-Partners4Innovation, società del Gruppo Digital360.

Cinque gli ambiti di questa sesta edizione del Premio: Citizen Journey (i progetti per potenziare le attività di prevenzione, le esperienze di connected care, telemedicina e accoglienza digitale), Data driven health (le soluzioni di predictive analytics, artificial intelligence, digital twin e tutte le forme avanzate di elaborazione di dati per la sostenibilità del sistema salute), Operations e logistica sanitaria (le soluzioni di logistica dei beni sanitari, di gestione delle operazioni delle strutture sanitarie, di riprogettazione degli spazi per la salute), Governo dell’innovazione e competenze digitali (i progetti che facilitano la governance dei processi di innovazione digitale e la diffusione delle competenze digitali nell’ecosistema salute) e LifeScience (le soluzioni che sfruttano il digitale per indirizzare le sfide della ricerca scientifica).

Le cinque soluzioni vincitrici

Categoria Citizen Journey: ASL di Foggia, “Progetto Diomedee”. Diomedee è un progetto che attua un modello innovativo di gestione dei pazienti cronici over 65 sul territorio dell’Asl della provincia di Foggia, per favorire la continuità di cura, il controllo e la stabilizzazione della patologia, operando in proattività e in prossimità. La piattaforma di monitoraggio integrato, insieme alla cartella clinica territoriale informatizzata, ha permesso di sorvegliare a distanza l’evoluzione del quadro clinico degli assistiti, anche attraverso l’integrazione di apparecchi elettromedicali su un’app dedicata al paziente.

WEBINAR
1 Dicembre 2021 - 17:00
WEBINAR Intelligenza artificiale e innovazione di processo per un nuovo customer journey
Digital Transformation
Intelligenza Artificiale

Categoria Citizen Journey: Asl di Pescara, “Piattaforma di collaborazione clinica quick webconnect gestione patologie croniche e gestione Covid-19”. Introdotta a giugno 2020, la piattaforma di collaborazione clinica Quick WebConnect è costituita da due moduli: il primo, dedicato alla gestione dei percorsi diagnostici terapeutici assistenziali, comprende sistemi di messaggistica/ notifiche di promemoria, scambio di documentazione tra medici e pazienti, gestione dei piani assistenziali personalizzati, audit clinico, servizi di telemedicina e teleconsulto; il secondo modulo è dedicato alla gestione del Covid, in particolare all’iter dei tamponi, al tracciamento e alla sorveglianza dei pazienti.

Categoria data-driven health: Azienda ospedaliero universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino, “Circular health approach in radiology (Clear)”. Il progetto propone lo sviluppo e l’implementazione di algoritmi basati su tecniche di process mining e di intelligenza artificiale, attraverso la valorizzazione dei dati. Questo sistema è in grado di aiutare l’operatore a prendere decisioni più rapide ed accurate in termini di diagnosi, gestione del trattamento e pianificazione dell’attività clinica. Il progetto sarà applicato alle attività di radiologia interventistica extra-vascolare dell’Istituto di Radiologia dell’Università di Torino.

Categoria operation e logistica sanitaria: Hynnova srl società benefit, “Arianna suite: Arianna home healthcare & Arianna indoor optimization”. Sviluppata dall’azienda torinese Hynnova, Arianna è una suite di soluzioni per l’ottimizzazione dinamica dell’assistenza domiciliare (Arianna Home Health Care) e delle attività all’interno di strutture sanitarie (Arianna home Optimization). Arianna vuole rendere più efficiente, resiliente e sostenibile il sistema sanitario utilizzando la data science, con l’obiettivo di abilitare nuovi modelli di assistenza incentrati sul paziente e migliorare la qualità dei servizi a lui dedicati.

Categoria Governo dell’innovazione e competenze digitali: Ministero della Salute (Direzione per la programmazione sanitaria), “Pon Gov cronicità”. Il progetto nasce per promuovere la riorganizzazione dei processi di gestione della cronicità attraverso l’uso dell’Ict. In particolare, vuole favorire modelli di gestione più innovativi e sostenibili, che mettano al centro la persona e rendano più efficienti i sistemi sociali e sanitari a livello territoriale.

Tante le candidature ricevute

“Con il Premio Forum Pa Sanità abbiamo dato voce alle idee provenienti dai singoli territori che, nonostante le difficoltà legate alle debolezze dell’attuale modello di assistenza, hanno scelto proattivamente un sentiero di sanità e salute più innovativo e sostenibile – dichiara Mariano Corso, presidente P4I-Partners4Innovation -. L’avvio del paradigma One health digital si deve incardinare nel Pnrr, coinvolgendo tutti gli attori, anche a livello locale. In questo senso, le tante candidature ricevute rappresentano un ottimo segnale, che testimonia il fermento e la voglia di mettersi in gioco dei tanti attori per innovare il sistema salute nei suoi diversi ambiti”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5