Sanità digitale, cosa c'è nel futuro del servizio pubblico - CorCom

Sanità digitale, cosa c’è nel futuro del servizio pubblico

L’e-health è l’unico modello che consente di mantere l’equilibrio tra costi e prestazioni. Di questo si parlerà alla giornata studio organizzata dall’Ordine degli Ingegneri, in collaborazione con Exprivia, Fastweb ed EY

27 Apr 2016

La razionalizzazione della spesa sanitaria appare indispensabile per la sua sostenibilità. Razionalizzare non vuol dire tagliare le prestazioni. La Sanità Digitale è l’unico modello che consente l’equilibrio prestazioni/costi ma anche la semplificazione burocratica per i cittadini. La sanità digitale non va confusa con la telemedicina, che ne è solo uno degli aspetti. È un modo innovativo, basato sulle tecnologie digitali, con cui la Sanità pubblica eroga le proprie prestazioni. La digitalizzazione del ciclo prescrittivo, la realizzazione di una soluzione federata di Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) del cittadino, l’aumento del tasso di innovazione digitale nelle aziende sanitarie sono i tre capisaldi delle politiche di innovazione in campo sanitario. Per avere successo gli interventi devono essere condivisi da tutte le Amministrazioni operanti a livello centrale, regionale e locale.

Di questo si parlerà in occasione della Giornata di Studio “SANITÀ DIGITALE – Il futuro del servizio pubblico” che si terrà alle 15 di giovedì 12 maggio 2016 presso la Camera dei Deputati – Aula del Palazzo dei Gruppi parlamentari Via di Campo Marzio, 78 in Roma.

L’accreditamento è obbligatorio e gratuito utilizzando il form online accessibile su http://sanitadigitale.eventbrite.it

Per gli ingegneri iscritti all’Albo degli Ingegneri l’accreditamento avviene attraverso la procedura online predisposta dall’Ordine di Roma al link: http://www.ording.roma.it/formazione/corsi.aspx?id=1342

All’evento sono assegnati n. 3 CFP, ai fini dell’aggiornamento delle competenze professionali degli ingegneri.

Si ricorda che il regolamento della Camera dei Deputati prevede l’obbligo per gli uomini di indossare una giacca.

Di seguito il programma dei lavori

Modera:
Gildo CAMPESATO
Direttore del Corriere delle Comunicazioni

15:30 – 15:45
Saluti Istituzionali
Armando ZAMBRANO
Presidente Consiglio Nazionale Ingegneri
Angelo VALSECCHI
Consigliere Nazionale Ingegneri
Coord. Gruppo Ingegneri Informazione
Carla CAPPIELLO
Presidente Ordine Ingegneri Roma e provincia
Menotti IMBROGNO
Presidente Ordine Ingegneri provincia di Cosenza

15:45 – 16:30
On. Enza BRUNO BOSSIO
Commissione Poste, Trasporti e Telecomunicazioni
Camera dei Deputati
Sen. Maria RIZZOTTI
Vice Presidente Commissione Sanità
Senato della Repubblica
On. G. Stefano QUINTARELLI
Presidente Intergruppo Innovazione
Camera dei Deputati

16:30 – 18:00
Massimo CASCIELLO
Direzione generale della digitalizzazione, del sistema informativo sanitario e della statistica Ministero della Salute
Riccardo FATARELLA
Direttore Generale Dip.to Tutela della Salute – Regione Calabria
Antonella Giulia PIZZALEO
Responsabile Agenda Digitale regionale e Internet Governance Segretario Generale Presidenza – Regione Lazio
Maurizio STUMBO
Responsabile Governo della Spesa e Sistemi Informativi – LAZIOcrea
Raffaele MAURO
Direttore Generale Azienda Sanitaria provinciale di Cosenza
Quirino DAVOLI
Direttore Sistemi Informativi Azienda Sanitaria Locale Roma E
Francesco MARINUZZI
Consigliere Ordine Ingegneri di Roma e provincia

18:00 – 19:00
Eugenio SANTORO
IRCCS – Istituto di Ricerche Farmacologiche “Mario Negri”
Guido GRIGNAFFINI
EY
Dante ALTOMARE
EXPRIVIA SpA
Marco PENNAROLA
FASTWEB SpA
Conclusioni
Roberto SCRIVO
Capo Segreteria Tecnica
Ministro della Salute