Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

TRASPARENZA

E-procurement sotto la lente di Consip: online tutte le spese della PA

Via al nuovo strumento che analizza i principali indicatori di acquisto e consente di indagare sui dettagli delle negoziazioni. Obiettivo: garantire maggiore trasparenza nelle procedure

27 Mar 2018

F. Me

Consip arricchisce il portafoglio di strumenti di rendicontazione delle due attività. Parte oggi, con la pubblicazione sul sito Consip del primo report, il monitoraggio dei dati sull’utilizzo degli strumenti di acquisto (Convenzioni e Accordi quadro) e di negoziazione (Mercato elettronico della PA – Mepa, e Sistema dinamico di acquisizione della PA – Sdapa) del Programma di razionalizzazione della spesa, gestito da Consip per conto del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

L’obiettivo è fornire un quadro sintetico degli acquisti effettuati dalle amministrazioni pubbliche sul sistema di e-procurement, attraverso uno strumento di facile consultazione per il pubblico – non solo amministrazioni e imprese, ma anche media e cittadini -grazie anche alla presenza di un glossario che illustra le grandezze e i termini utilizzati.

Ogni mese saranno pubblicati dati di sintesi, tra cui il numero e il valore degli ordini effettuati su Convenzioni o Mepa e la loro distribuzione per comparto (Stato, Sanità, Enti locali, Università) o il numero, il valore e la distribuzione per comparto degli appalti specifici banditi dalle amministrazioni su Accordi quadro o Sdapa. Inoltre saranno forniti dati aggiornati sul numero di amministrazioni e di imprese abilitate e/o attive sul sistema di e-procurement.

“Il nuovo strumento di monitoraggio, unitamente al Portale Open data di Consip (dati.consip.it), con cui è possibile consultare più in dettaglio i dati sugli acquisti delle amministrazioni e sulle imprese iscritte al Programma, intende sottolineare ulteriormente lo sforzo dell’azienda verso la massima trasparenza della gestione amministrativa”, spiega la spa del Mef in una nota.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5