Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'EVENTO

Forum PA 2019, inizia il countdown: riflettori sulla PA “che crea valore”

Dal 14 al 16 maggio a Roma, la manifestazione dedicata all’innovazione e alla sostenibilità nella pubblica amministrazione. Ecco il programma dell’edizione del trentennale

10 Apr 2019

F. Me

Una grande festa dell’innovazione, uno stimolante momento di lavoro insieme, un susseguirsi di format inediti e mai scontati, un’occasione unica per fare il punto su come la PA può contribuire a cambiare il Paese: questo ambisce ad essere  FORUM PA 2019, la manifestazione dedicata all’innovazione del settore pubblico che quest’anno spegne 30 candeline.

L’evento, organizzato da FPA (società del Gruppo Digital360), si terrà dal 14 al 16 maggio al Roma Convention Center “La Nuvola”.

Al centro della trentesima edizione una PA che non punti soltanto a essere efficiente e a introdurre le nuove tecnologie, ma che si trasformi in un volano per lo sviluppo sostenibile, impiegando gli strumenti digitali con un approccio collaborativo per migliorare la qualità della vita e il benessere dei cittadini.

Un tema che sarà approfondito attraverso tre grandi percorsi:

  • Quale PA per creare valore: i grandi processi di cambiamento organizzativo, culturale e istituzionale per una PA che sia pronta alle sfide della sostenibilità nei prossimi 30 anni.
  • La trasformazione digitale come ecosistema abilitante di tutte le riforme e come driver di sviluppo e rafforzamento delle competenze e della capacità innovativa del Paese.
  • Innovazione per la sostenibilità: le grandi politiche pubbliche per lo sviluppo sostenibile del Paese nel quadro degli obiettivi (i 17 SDGs) dell’Agenda 2030.

“Ciò che è cambiato maggiormente in questi trent’anni è la percezione del ruolo dell’amministrazione nello sviluppo della società – spiega Carlo Mochi Sismondi, Presidente FPA – Prima i dirigenti erano tutti orientati all’efficienza e a produrre e seguire regolamenti, mentre adesso l’attenzione si concentra sull’impatto dell’azione della PA, che deve accrescere la qualità della vita dei cittadini, delle imprese e delle comunità locali. Questa edizione sarà l’occasione per fare un bilancio del nostro contributo all’innovazione e alla trasformazione della PA, ma anche per guardare al futuro e proporre idee, soluzioni e strumenti affinché la Pubblica Amministrazione diventi il motore dello sviluppo sostenibile del Paese”.

Ad aprire la trentesima edizione sarà la ministra per la Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno che, in una conferenza sul tema della PA collaborativa, incontrerà anche i colleghi europei della pubblica amministrazione per un confronto sulla sfida della modernizzazione del settore pubblico per i governi nazionali. L’evento di apertura sarà anche l’occasione per presentare l’annuale ricerca sul pubblico impiego realizzata da FPA: una fotografia su numero, età, retribuzioni, competenze dei dipendenti pubblici.

“L’amministrazione pubblica può e deve essere un fattore imprescindibile di sviluppo del Paese, un soggetto attivo che crea valore pubblico – sottolinea Gianni Dominici, Direttore generale FPA -. Questa creazione di valore non può che essere collaborativa, ma la collaborazione, per essere efficace e portare al risultato atteso di uno sviluppo sostenibile e un avvicinamento agli obiettivi dell’Agenda 2030, richiede alcune azioni di sistema e deve interessare l’uso delle risorse, la gestione degli acquisti, l’organizzazione del lavoro pubblico e la governance della trasformazione digitale. Queste azioni saranno al centro del FORUM PA 2019”.

FORUM PA 2019 aprirà poi un confronto sui temi strategici per la modernizzazione della Pubblica Amministrazione e del Paese – come l’agenda urbana condivisa, le nuove frontiere del lavoro pubblico, gli obiettivi di sostenibilità fissati dall’Agenda 2030 dell’Onu – e sui temi caldi dello scenario digitale, come la gestione, analisi e integrazione dei dati, la sicurezza Ict, la blockchain, il cloud e l’intelligenza artificiale. Tra gli ospiti già confermati: Teresa Alvaro, Direttore Generale di AgID; Luca Attias, Commissario Straordinario per l’attuazione dell’Agenda Digitale, Team per la Trasformazione Digitale; Vito Claudio Crimi, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri; Mattia Fantinati, Sottosegretario per la Pubblica Amministrazione; Virginia Raggi, Sindaca di Roma.

Sono stati invitati: il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte; il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Giovanni Tria; il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Luigi Di Maio; il Ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Giancarlo Giorgetti, il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

Come sempre l’ingresso è libero e gratuito a tutta la manifestazione, momenti formativi compresi, è necessario però accreditarsi e iscriversi in tempo ai singoli eventi.

@RIPRODUZIONE RISERVATA