Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Genova smart city. Intesa fra Selex Elsag e Comune

L’azienda di Finmeccanica sigla un protocollo con Palazzo Tursi per la realizzazione di sistemi di efficientamento energetico negli immobili comunali e per l’incremento della sicurezza “digitale” nell’area della Maddalena

03 Ott 2011

Un protocollo di intesa per collaborare alla definizione di un
modello di "Genova Smart City". È quello firmato da
Marta Vincenzi, sindaco di Genova, e Paolo Aielli, amministratore
delegato di Selex Elsag, una società di Finmeccanica, nel corso di
una visita del primo cittadino alla sede genovese della
società.

Il progetto "Genova Smart City" ha come obiettivo quello
di migliorare la qualità della vita dei genovesi attraverso uno
sviluppo economico rispettoso dell’ambiente, sostenibile ed
efficiente da un punto di vista energetico, basato sul ricorso a
soluzioni e tecnologie innovative.

In questo contesto, Selex Elsag metterà a disposizione del Comune
la sua expertise nel settore Ict per promuovere iniziative a
supporto di una "città intelligente" sul fronte delle
infrastrutture e su quello dei servizi, come ad esempio
l’erogazione in forma digitale, attraverso reti a banda larga
diffuse e pervasive, di informazioni e prestazioni di pubblica
utilità a cittadini, imprese e istituzioni.

Le principali aree di collaborazione tra Selex Elsag e il Comune
riguarderanno il risparmio energetico e la sicurezza al cittadino.
Nel primo ambito rientra l’analisi dei consumi di alcuni immobili
del Comune – ad esempio musei, uffici, teatri e la stessa
sede del Comune a Palazzo Tursi – con l’obiettivo di
raccogliere e analizzare informazioni utili per attuare interventi
di efficientamento e di contenimento energetico.

Nel secondo ambito verrà realizzato uno studio per incrementare la
sicurezza pubblica all’interno dell’area della Maddalena. In
particolare, saranno definite le modalità di coinvolgimento del
cittadino nella segnalazione di situazioni di emergenza, anche
attraverso l’attivazione in modo semplice – ad esempio tramite
cellulare – delle strutture preposte alla sicurezza.

Nell’ambito del progetto "Genova Smart City", Selex
Elsag ha aderito all’associazione "Genova Smart City",
un gruppo di istituzioni, enti e imprese che ha lo scopo di
supportare la partecipazione del Comune al bando europeo
"Smart City" – la cui emissione è prevista nel corso
del 2011 – attraverso l’elaborazione di proposte progettuali
innovative.

Il programma europeo mira a contribuire alla drastica riduzione di
gas nocivi entro il 2020, in linea con i parametri fissati dal
protocollo di Kyoto. In Italia Genova è stata la prima città ad
annunciare ufficialmente la propria candidatura.

Selex Elsag e Comune di Genova collaborano da molti anni ad una
serie di progetti per l’informatizzazione dei servizi e la
protezione dei cittadini. La società di Finmeccanica ha realizzato
l’intero progetto di gestione della sicurezza del Porto di Genova
(controllo dei varchi, sicurezza perimetrale, infrastrutture di
rete per le comunicazioni sicure, anagrafica portuale), il sistema
di infomobilità dei trasporti genovesi (gestione del trasporto
pubblico locale, informativa alle fermate, centralizzazione
semaforica, controllo accessi nelle zone a traffico limitato), il
sistema di videosorveglianza cittadina per la Questura e il sistema
mobile di lettura targhe per la Polizia Municipale.