FORUM PA 2023

Innovatori della PA, ecco i vincitori 2023

Sul podio del premio “Rompiamo gli schemi” Gianna Elisa Berlingerio, Direttora del Dipartimento Sviluppo Economico di Regione Puglia, Maurizio Musio, Tecnico impianti tecnologici ed energie rinnovabili presso il Comune di Serrenti e Paolo Valerio Santamaria, funzionario Inps. Gianni Dominici: “Siamo convinti che ancora tanti innovatori si nascondano dentro le nostre amministrazioni, questo premio è una delle numerose iniziative con cui cerchiamo di farli conoscere”

Pubblicato il 16 Mag 2023

business-idea

Gianna Elisa Berlingerio, Direttora del Dipartimento Sviluppo Economico di Regione Puglia, Maurizio Musio, Tecnico impianti tecnologici ed energie rinnovabili presso il Comune di Serrenti e Paolo Valerio Santamaria, funzionario Inps. Sono loro i vincitori della terza edizione del Premio “Rompiamo gli schemi”. Il riconoscimento è promosso da Fpa, società del Gruppo Digital360 (editore di CorCom), in collaborazione con Altis-Alta Scuola Impresa e Società dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Fondazione Mondo Digitale, Fondazione per la Sostenibilità Digitale, PA Social e Iwa Italy.

I vincitori sono stati presentati oggi a Forum PA 2023 nel corso dell’evento “Open Day PA: apriamo le amministrazioni ai nuovi talenti”, che ha aperto la manifestazione in programma dal 16 al 18 maggio al Palazzo dei Congressi di Roma. Il Premio ha l’obiettivo di valorizzare gli innovatori del mondo pubblico e privato che sono diventati motore di cambiamento nelle organizzazioni in cui lavorano, scegliendo soluzioni fuori dagli schemi grazie alle loro competenze e spirito d’iniziativa.

“Mai come quest’anno il Premio ‘Rompiamo gli schemi’ si inserisce perfettamente nel filo rosso di Forum PA, dato che l’edizione 2023 ha come claim ‘Ripartiamo dalle persone’. “Con questa iniziativa, infatti, vogliamo valorizzare non progetti e soluzioni, ma persone che nel loro lavoro non si sono limitate a rispettare procedure e adempimenti, ma hanno messo al centro obiettivi e risultati”, sottolinea Carlo Mochi Sismondi, Presidente di Fpa.

“Siamo convinti che ancora tanti innovatori si nascondano dentro le nostre amministrazioni, questo premio è una delle numerose iniziative con cui cerchiamo di farli conoscere”, aggiunge Gianni Dominici, Direttore generale di Fpa. “E proprio con l’obiettivo di allargare ancora di più la nostra conoscenza, quest’anno in aggiunta alle auto-candidature abbiamo dato anche la possibilità di segnalare una persona considerata ‘fuori dagli schemi’. Un altro modo per rafforzare la rete tra le comunità di innovatori presenti sui territori, cosa che cercheremo di fare durante tutti i tre giorni di Forum 2023″.

Chi ha conquistato il podio

Tra i vincitori del premio c’è, come detto, Gianna Elisa Berlingerio, Direttora del Dipartimento Sviluppo Economico Regione Puglia. Avvocata e madre di tre figli, ha iniziato nel 2009 la sua attività in Regione Puglia come dirigente di servizio. “Insieme alla squadra regionale ha saputo dimostrare in questi anni, a imprenditori italiani ed esteri, come la Puglia sia terra fertile di sinergie fra la creatività delle aziende e l’eccellenza delle università, fra la ricchezza delle risorse ed il valore del capitale umano, fra l’attitudine alla innovazione e la capacità di attivare dinamiche di resilienza”, commenta la commissione del premio. Nel 2021 è stata nominata dalla Giunta regionale a capo del Dipartimento presso cui operava. Da due anni si impegna in materia di programmazione delle risorse e si concentra col suo gruppo di lavoro su trasformazione digitale, transizione verso modelli di sviluppo green, sostenibilità sociale delle dinamiche economiche, politiche giovanili, parità di genere. Proprio quest’anno sta elaborando un Programma di Sviluppo del Dipartimento chiamato “Strategy in Action”, che ha l’obiettivo di rendere la Puglia la Regione più attrattiva dell’area euromediterranea per imprese e persone di tutto il mondo entro il 2030.

C’è poi Maurizio Musio, Tecnico impianti tecnologici ed energie rinnovabili presso il Comune di Serrenti (Medio Campidano, in Sardegna). Negli anni Musio ha ideato progetti di risparmio energetico e valorizzazione delle energie rinnovabili, nell’ottica di creazione di una smart city. Un primo esempio sono le iniziative Illuminamente e S.E.I, grazie ai quali sono stati risparmiati milioni di kWh dal 2010, lavorando in sinergia sia sulla rete stradale che negli edifici comunali. Un altro caso è il progetto “Ciao Ciao CO2”, che consiste nella creazione di laboratori didattici sull’energia rinnovabile con le scuole. Dalla manutenzione dell’illuminazione pubblica, che ora diventerà strategica per il Comune, nasce invece il progetto LuciF.E.R, che abbina le sensoristiche all’uso della fonte energetica rinnovabile. “Queste iniziative vogliono dimostrare che nei piccoli comuni la transizione energetica ed ecologica non è una parola calata dall’alto, ma è un valore che si può coltivare valorizzando le persone e motivandole verso nuovi obiettivi utili per il territorio”.

Paolo Valerio Santamaria, Funzionario analista di processo/Allievo dirigente Sna Inps, ha invece proposto ai suoi dirigenti l’utilizzo di una tecnologia già a disposizione ma non pienamente sfruttata (SharePoint online) per creare una biblioteca digitale della formazione. Il suo Ente di appartenenza non possedeva un archivio unico di tutto il materiale formativo, i documenti erano dispersi in una intranet molto poco funzionale e nessuno era in grado di reperire il materiale appropriato. Grazie alla creazione di un team multifunzionale coordinato da Santamaria, è nato un archivio accessibile anche da mobile totalmente a risorse interne. Per creare la tassonomia sono state interpellate tutte le direzioni interessate, attraverso una grande opera di cooperazione. “Questo ha permesso di rompere lo schema secondo cui solo i dirigenti potevano gestire un lavoro tra diverse direzioni con personale assegnato per un progetto specifico. Inoltre, il direttore ha avuto la lungimiranza di assegnare il compito a un funzionario, lasciando a Santamaria molta autonomia nel gestire non solo tempi e risorse, ma anche personale con maggiore anzianità”. Successivamente, l’iniziativa è stata inserita tra i progetti Pnrr dell’Inps.

Gli altri finalisti

Oltre ai primi tre classificati, il premio ha riconosciuto l’impegno e i lavori di Rosanna La Malfa, Web manager ed esperta della comunicazione presso Ersu Catania e Mood, di Agostino Di Lorenzo, Dirigente Direzione 5 Coordinamento urbanistica e Governo del territorio Comune di Pozzuoli, di Cosimo Elefante, Responsabile per la Transizione Digitale Regione Puglia, di Angela Errore, P.O. Attività di supporto ad altre Etnie con particolare riferimento ad Immigrati, Rom, Sinti e Camminanti Comune di Palermo, di Gianni Sumin, Posizione Organizzativa Area Sistemi Informativi ed e-Government e Transizione al Digitale Comune di Latisana, di Diletta Di Marco, Co-founder Officine Italia – Politecnico di Milano, e di Klaus Algieri, Presidente Camera di commercio di Cosenza.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5