L'INIZIATIVA

Innovazione per la ripresa, la Regione Lazio “raddoppia” con Boost Your Ideas 2022

Transizione digitale ed ecologica, cultura e turismo gli ambiti del doppio contest gestito da Lazio Innova in partnership con Eni e Ferrovie dello Stato. Possono concorrere team, startup, spin off e imprese con nuove soluzioni. In palio premi in denaro e servizi specialistici

16 Mar 2022

L. O.

Per far bene per tutti

Soluzioni innovative per accompagnare la ripresa economica e cogliere le nuove opportunità di mercato. E’ l’obiettivo di “Boost Your Ideas 2022”, la nuova doppia call che lancia la Regione Lazio rivolta a team, startup, spin off e imprese di proporre soluzioni innovative per accompagnare la ripresa economica e cogliere le nuove opportunità di mercato. La prima call scade l’11 aprile, la seconda il 15 settembre.

L’iniziativa, gestita da Lazio Innova, vede il coinvolgimento di player provenienti dal mondo dell’innovazione, grandi aziende e potenziali investitori. In particolare, Eni e Ferrovie dello Stato Italiane sosterranno lo sviluppo di progetti digitali che abbiano importanti ricadute nell’ambito della mobilità sostenibile delle merci e delle persone nei centri urbani.

Quali sono i premi in palio

Alle idee ritenute migliori sarà riservato un percorso intensivo di mentoring, tutoraggio e pre-accelerazione, mentre al termine di ciascuna call i progetti finalisti concorreranno ai premi messi in palio da Lazio Innova, sia sotto forma di servizi che di contributi in denaro. La premialità in servizi prevede un percorso di accompagnamento al go-to-market, per la gestione d’impresa, dei marchi e brevetti e per l’ingegnerizzazione di prodotto e di marketing.

WHITEPAPER
Come si paga con PagoPA e cosa è possibile pagare? Scopri di più
PA
Pagamenti Digitali

Le call precedenti

Nel complesso delle tre call lanciate tra il 2020 e il 2021 si sono candidati a questo particolare programma d’innovazione regionale ben 765 progetti innovativi, suddivisi in diversi settori: cultura e turismo (22,6%), digitalizzazione (27,3%), fragilità sociale (7,6%), innovazione e ricerca (11,8%), logistica e distribuzione (4,8%), semplificazione Pubblica Amministrazione (1,3%), sostenibilità e resilienza (15,9%), ripresa del lavoro (8,6%).

Mentre hanno partecipato al percorso di accelerazione 127 team, con 24 progetti premiati tramite riconoscimenti in denaro e servizi e ulteriori 11 progetti in corso di valutazione.

Zingaretti: “Chance di crescita economica”

La nuova call rappresenta “un’opportunità per team di innovatori, ricercatori, startup e piccole imprese per trovare soluzioni e nuovi modelli di business, applicabili in moltissimi campi come cultura, turismo, sostenibilità, sociale, impresa e digitalizzazione – dice il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti -. Ambiti di intervento che hanno un peso reale e quotidiano nella vita di tutte e tutti, e che aprono a nuove opportunità di crescita economica. Siamo entrati in una nuova stagione, viviamo ancora con il peso della pandemia, ma allo stesso tempo abbiamo le energie per continuare a sostenere le eccellenze della nostra regione che sono tantissime e meritano di trovare il loro posto”.

“Prosegue il nostro impegno verso la costruzione di un ecosistema dell’innovazione fatto da startup, team e imprese ideatrici di soluzioni innovative – spiega Paolo Orneli, assessore allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Startup e Innovazione della Regione Lazio -. Lo scorso anno hanno partecipato al percorso di accelerazione 127 team, mentre i progetti innovativi premiati sono stati 36. Quest’anno vogliamo coinvolgere ancora più soggetti, perché siamo fermamente convinti che la ripresa economica e un nuovo modello di sviluppo più sostenibile e inclusivo possano essere costruiti solo attraverso la valorizzazione di idee progettuali innovative. Grazie alle donne e agli uomini degli Spazi Attivi del Lazio aiutiamo le migliori idee a diventare realtà d’impresa, generando nuove opportunità di crescita e di occupazione, per tornare a crescere e fare grande la nostra regione”.

Al centro la mobilità sostenibile

“Considerato il grande successo della scorsa edizione – spiega Mattia Voltaggio, Head of Startup Acceleration di Joule, la Scuola di Eni per l’Impresa – abbiamo scelto di aderire con entusiasmo a questa nuova sfida. La call “Boost Your Ideas”, lanciata dalla Regione Lazio tramite Lazio Innova, di cui siamo main partner insieme a Ferrovie dello Stato, è un’opportunità da cogliere per promuovere il tema della mobilità sostenibile, cruciale per l’ambiente e per la qualità della vita. Ci auguriamo di poter selezionare soluzioni innovative che possano contribuire ad accelerare il processo di abbattimento delle emissioni “scope 3”, al centro della strategia Eni verso il 2050”.

Più digitale nei servizi di trasporto

“Il Gruppo FS Italiane si impegna a sviluppare soluzioni innovative volte a rendere i servizi di trasporto, i cantieri e le infrastrutture sempre più digitali e promuove un nuovo modello di mobilità sempre più smart, integrata e sostenibile, con al centro le esigenze crescenti dei viaggiatori in tema di connettività, personalizzazione e digitalizzazione dell’offerta – dichiara Franco Stivali, Responsabile Innovation del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane – In quest’ottica, la rinnovata partnership con Lazio Innova costituisce un’opportunità per FS per stabilire relazioni dirette con start up e innovatori, intercettando idee e soluzioni innovative, in grado di rispondere alle nuove sfide tecnologiche imposte dal mercato”.

Gli ambiti della call

Transizione Ecologica – per valorizzare l’economia circolare, la bioeconomia e la green economy. Gli ambiti di intervento riguardano nuove modalità di utilizzo delle energie rinnovabili, la loro integrazione con le esigenze di controllo degli impatti e della complementarità con le reti esistenti e con le produzioni tradizionali.

Transizione Digitale – nuovi servizi e modelli di business per connettere in maniera più efficiente ed efficace fornitori, produttori, distributori e clienti, anche attraverso soluzioni b2b che sfruttino il digitale. Gli ambiti d’intervento riguardano la ricostruzione delle filiere produttive, soluzioni per la logistica industriale e commerciale, integrazioni di tecnologie quali IoT, intelligenza artificiale, machine learning, dati satellitari e big data analytics per modelli innovativi di simulazione digitale da applicare ai processi industriali.

Cultura e Turismo – l’obiettivo è la valorizzazione del patrimonio naturale, la biodiversità e il patrimonio culturale, in particolare dei borghi e delle aree meno conosciute, favorendo la ripresa delle filiere legate al turismo.

Chi può partecipare

Alla call possono partecipare imprese (startup, micro, piccole e medie imprese e spinoff), team informali (non costituiti o in via di costituzione) composti da almeno tre persone fisiche, maggiorenni, in possesso almeno di un diploma di maturità.

La partecipazione è aperta a team e imprese italiane ed estere. L’erogazione dei premi è tuttavia subordinata alla costituzione o presenza di una unità operativa nel territorio del Lazio.

Alle migliori idee sarà riservato un percorso intensivo di mentoring, tutoraggio e pre-accelerazione negli Spazi Attivi regionali della durata di 5 settimane, per un massimo di 45 semifinalisti per ciascuna delle due call previste nel 2022. Al termine di ciascuna call, i progetti finalisti concorreranno ai Premi messi in palio da Lazio Innova, sia sotto forma di servizi che di contributi in denaro:

Inoltre 10 progetti con un Investment Readiness Level fino a 5, riceveranno un premio in denaro di 5.000 euro. Mentre 2 progetti con un Investment Readiness Level da 6 a 9, riceveranno un premio in denaro di 20.000 euro.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4