AGENDA DIGITALE

Italia Startup al Governo Letta: “Attuare gli impegni presi da Monti”

Appello al premier da parte del presidente di Italia Startup Riccardo Donadon: “Dare attuazione con urgenza ai provvedimenti inseriti nel Crescita 2.0”

14 Mag 2013

P.A.

start-130218171552

Appello al premier Enrico Letta, per non dimenticare gli impegni presi dal predecessore Mario Monti per lo sviluppo delle start up. Il monito a non trascurare la galassia delle nuove imprese e degli incubatori Ict arriva da Riccardo Donadon, presidente di Italia Startup, l’associazione no profit che rappresenta il settore: “Il mondo sta cambiando in modo drammaticamente veloce – ha detto Donadon – L’innovazione si sta diffondendo a un ritmo non prevedibile e non è solo di natura tecnologica, ma anche sociale. Sta riguardando il dna stesso della nostra società. Questo processo sta creando opportunità immense, mai viste prime, soprattutto per i giovani ed è fondamentale quindi far prendere loro coscienza dell’importanza del ruolo che possono giocare nella corsa verso la digitalizzazione che si sta vivendo in ogni settore. Mai come oggi i giovani sono un asset fondamentale proprio per la loro naturale predisposizione verso le tecnologie digitali e verso l’utilizzo dei media sociali. Mai come in questo momento la crisi sta portando le aziende a cercare nuovi modelli di business, aprendole a sperimentazioni innovative. La parola chiave è contaminazione. Tra modelli tradizionali e modelli innovativi. E questi ultimi sono spesso frutto del lavoro di tante startup presenti sul territorio italiano. Le aziende consolidate, di settori maturi, soprattutto del Made in Italy, sono chiamate a investire in startup”.

“Ma per fare questo – prosegue Donadon – bisogna creare le condizioni per chi vuole investire, siano esse imprese o investitori. Il precedente Governo ha fatto un ottimo lavoro, ma, per motivi di tempo, non l’ha portato a termine. Italia Startup ha dato una mano importante per impostare i provvedimenti poi inseriti nella cosiddetta Legge “Crescita 2.0”. Ora bisogna dare attuazione con urgenza. Il mondo industriale e finanziario, startup incluse, attendono segnali concreti dal nuovo Governo per riportare alla ribalta un tema che costituisce un asset competitivo importante per il nostro Paese. La nostra Associazione è pronta a dare da subito il suo contributo”.

Italia Startup risponde immediatamente all’impegno del nuovo Governo Letta che dopo il conclave in abbazia si è impegnato a “dare risposte a chi perde il lavoro e alle imprese che stanno chiudendo”, tema che sarà portato anche al Consiglio Ue. In linea con questo impegno, secondo Italia Startup, è fondamentale non dimenticarsi di un settore che può dare speranza, far ritrovare competitività al Paese e offrire nuove forme e opportunità di lavoro. Anche perché sono ancora numerose le lacune presenti nel testo di legge approvato dal precedente Governo, soprattutto nelle sue mancate attuazioni, ma è importante proseguire su quella strada e considerare prioritari i suoi impatti sul sistema sia imprenditoriale che sociale.

Articolo 1 di 4