L'Emilia-Romagna aderisce alla piattaforma IO: più facile l'accesso ai servizi pubblici - CorCom

PA DIGITALE

L’Emilia-Romagna aderisce alla piattaforma IO: più facile l’accesso ai servizi pubblici

Lepida ha perfezionato e sottoscritto con PagoPA la propria adesione al sistema in qualità di aggregatore non esclusivo per tutti i Comuni della Regione. Con Agid via alla convenzione per Spid

01 Mar 2021

È stata una corsa contro il tempo, che ha coinvolto un nutrito team di Lepida, la Regione e tutti i Comuni e le Unioni di Comuni, ma anche un’occasione per l’accelerazione del processo di digitalizzazione dei servizi pubblici in Emilia-Romagna.

Si tratta della conclusione della prima fase dell’Accordo, stipulato a dicembre 2020, tra la Regione Emilia-Romagna, il Dipartimento per la trasformazione digitale (Dtd) e la Presidenza del Consiglio dei Ministri (Fondo per l’Innovazione). Le attività hanno visto Lepida impegnata su diversi fronti per supportare gli enti nel raggiungimento degli obiettivi previsti per la fine di febbraio 2021 in relazione a pagoPA, App IO e Spid.

Nello specifico, Lepida ha perfezionato e sottoscritto con PagoPA SpA – in data 18.01.2021 – la propria adesione alla “Piattaforma IO” in qualità di aggregatore, non esclusivo, per tutti i Comuni e le Unioni dell’Emilia-Romagna, e con AgID – in data 09.02.2021 – la nuova Convenzione come aggregatore di servizi pubblici al Sistema Pubblico per le Identità Digitali (Spid). Il risultato è stato raggiunto anche sulla base della progettazione e realizzazione da parte di Lepida di un nuovo gateway regionale verso la piattaforma IO (GenIO), per avvisi sia di pagamento che informativi, e della realizzazione e collaudo, insieme ad AgID, di un’evoluzione della piattaforma Gateway FedERa con la gestione delle integrazioni dei servizi e dei relativi metadati.

Lepida ha raccolto e analizzato tutte le informazioni ricevute dagli enti (92% dei Comuni), in risposta al censimento avviato il 29.12.2020, per definire, insieme alla Regione, il quadro della situazione relativo a ciascun Comune e Unione e per definire le migliori soluzioni per garantire il raggiungimento degli obiettivi. Su queste basi Lepida ha organizzato all’inizio di febbraio, insieme alla Regione, 4 diversi incontri con tutti i Comuni e le Unioni suddivisi su base provinciale, discutendo e approfondendo la situazione di ciascun Comune circa l’adesione alle piattaforme nazionali e all’attivazione dei servizi in relazione agli obiettivi dell’Accordo.

Successivamente Lepida ha provveduto a: fornire supporto puntuale per i Comuni che presentavano situazioni di difficoltà organizzative e tecniche definendo congiuntamente le azioni urgenti da intraprendere; raccogliere e verificare i dati necessari per la configurazione di servizi per circa il 75% dei Comuni sulle piattaforme regionali, PayER, GW FedERa e GenIO, e relativa integrazione con le piattaforme nazionali; organizzare specifiche sessioni tecniche con le Comunità Tematiche di riferimento. Infine, Lepida ha mantenuto un costante confronto tecnico e gestionale con AgID e PagoPA SpA nell’ambito di una preziosa e fattiva collaborazione per garantire il raggiungimento degli obiettivi in vista della relativa verifica, che avverrà nelle prossime settimane secondo modalità in corso di perfezionamento. È possibile contattare il team di Lepida per qualsiasi informazione scrivendo a supporto.DTD@lepida.it.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

L
lepida

Approfondimenti

A
app IO
E
emilia-romagna
P
pagopa
S
spid

Articolo 1 di 3