Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

EMILIA ROMAGNA

Lepida, la rete unica delle PA diventa realtà

In Emilia Romagna inizia la migrazione di oltre 130 sedi delle Province di Modena, Reggio Emilia, Parma e Piacenza. In autunno il processo sarà completato

01 Lug 2013

E.L.

Entra in scena la migrazione della connettività della parte emiliana sulla rete Lepida unitaria. E’ l’atto finale di un disegno complesso e all’avanguardia per la rete Lepida in termini di architettura e tecnologie e di processo delicato di pianifi cazione minuziosa della migrazione della connettività degli enti utilizzatori per ridurre al minimo i possibili disservizi.

Infatti, dopo il completamento della migrazione del ferrarese e della Romagna e della predisposizione e preparazione dell’Emilia, è iniziata con l’estate la migrazione delle oltre 130 sedi, che coinvolge gli enti delle Province di Modena, Reggio Emilia, Parma e Piacenza e dovrebbe essere completata con l’inizio dell’autunno. Gli enti potranno apprezzare quindi le prestazioni della rete unitaria in termini di connetività a 1Gbps e beneficiare della nuova architettura e delle nuove prestazioni e ridondanze. Dietro le quinte un lavoro intenso di preparazione che dura da diversi mesi: l’approntamento dei locali che ospitano i nuovi nodi della rete, la realizzazione dei relativi collegamenti in fibra ottica e l’instradamento delle fibre della rete Lepida, la preparazione della dismissione dei nodi esistenti non più funzionali e l’installazione della confi gurazione di tutti gli apparati.

La regia di tutto questo è di lepidaspa che cura nei minimi dettagli tutte le operazioni e anche la messa in scena coinvolgendo diversi attori e garantendo anche il coordinamento con gli enti interessati per l’esecuzione della migrazione. Le attività verranno avviate in parallelo seguendo due direzioni: da Bologna verso ovest e da Piacenza verso est curando anche l’integrazione di tutte le estensioni pianifi cate e realizzate nel frattempo

Argomenti trattati

Approfondimenti

L
lepida

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link