Oltre la PA digitale, Perugia battezza la Circoscrizione 4.0 - CorCom

IL PROGETTO

Oltre la PA digitale, Perugia battezza la Circoscrizione 4.0

Via al progetto realizzato tra il Comune e Cisco: i cittadini potranno accedere da remoto ai principali servizi comunali, grazie a tecnologie di telepresenza e collaborazione online. L’Ad Santoni: “Mettiamo in pratica gli obiettivi del nostro piano di investimenti Digitaliani”

13 Dic 2017

Federica Meta

Giornalista

Perugia battezza la  Circoscrizione 4.0,  il progetto realizzato da realizzato da Cisco e dal Comune che punta a creare nuove opportunità e servizi digitali nella città.  Con Circoscrizione 4.0 i cittadini possono accedere da remoto ai principali servizi comunali, utilizzando le più moderne tecnologie digitali. La prima postazione è stata inaugurata nel quartiere di Ponte Felcino, presso la sede della circoscrizione.

Lo spazio è stato rinnovato e trasformato, per permettere agli abitanti del quartiere, ai commercianti e alle imprese di prenotare appuntamenti con gli operatori comunali che lavorano nelle sedi di Palazzo Grossi, Palazzo dei Priori e Monteluce, ed occuparsi a distanza delle proprie pratiche e richieste.

La sede è dotata di una postazione ad alto tasso di tecnologia, realizzata utilizzando soluzioni di telepresenza e di collaborazione online Cisco che permettono al cittadino di dialogare direttamente con l’addetto allo sportello in modo naturale e semplice. Ci si può vedere su due schermi da 55 pollici ad alta definizione, si possono condividere documenti e scambiarli utilizzando uno scanner.

Le applicazioni che permettono il perfetto funzionamento di Circoscrizione 4.0 e lo rendono un servizio comodo e semplice da usare per i cittadini sono state realizzate ad hoc dalla startup perugina K-Digitale per Cisco. È possibile prenotare e gestire gli appuntamenti da web tramite Pc o smartphone o utilizzando un totem interattivo che si trova negli uffici della circoscrizione.

Tutto procede in automatico. Gli operatori comunali “dall’altra parte dello schermo” ricevono i dettagli dell’appuntamento direttamente sul loro Pc e all’ora giusta si connettono in telepresenza con la sede circoscrizionale, utilizzando una postazione video “da scrivania”.  L’utilizzo è molto semplice anche per loro, perché per soddisfare le esigenze del cittadino si servono dei consueti programmi e strumenti di lavoro.

“Quando abbiamo firmato il protocollo di intesa con il Comune di Perugia, abbiamo scelto come primo obiettivo da raggiungere la realizzazione di qualcosa di visibile e concreto, che permettesse alle persone di sperimentare le opportunità del digitale nelle nostre città e aiutasse il Comune a rendere ancora più efficiente la sua “macchina”, a partire da una relazione con i cittadini più semplice e snella – spiega l’Ad di Cisco Italia, Agostino Santoni – Lavorando in un’ottica di collaborazione con il Comune e in un percorso di co-innovazione con K-Digitale abbiamo creato qualcosa di unico in Italia. Siamo molto orgogliosi del progetto Circoscrizione 4.0, perché traduce in pratica gli obiettivi del nostro piano di investimenti Digitaliani, nato per accelerare la digitalizzazione del Paese partendo dalle ricchezze, dalle risorse e dalle esigenze dei territori e di chi li abita”.

Perugia è la prima città in Italia ad offrire un servizio di questo tipo ai cittadini. Se questo è possibile, è anche perché la città sta sviluppando sul suo territorio una infrastruttura di rete in banda ultralarga molto potente, che permette di offrire in modo efficace e con continuità servizi smart city come questi e di poterli ampliare senza difficoltà.

WHITEPAPER
Le PA e il contenzioso tributario: una guida trasparente
Legal
PA

“Quanto abbiamo inaugurato oggi, grazie alla collaborazione con Cisco e K-Digitale – dice il sindaco di Perugia Andrea Romizi – non solo è un nuovo tassello dell’ambizioso progetto “Benvenuti nella PerugiaUltraDigitale”, ma dimostra in maniera tangibile l’utilizzo ed i vantaggi che porta la commistione tra la nuova infrastruttura hard, l’ultradigitale, ed i contenuti software specifici. Abbiamo voluto – ha concluso Romizi – cominciare proprio con un’applicazione concreta che facilita il rapporto tra i cittadini ed il Comune. Siamo orgogliosi di essere la prima città a poter proporre questo tipo di servizio”.

La Circoscrizione 4.0 sarà attiva ufficialmente a gennaio 2018.  Per iniziare, sarà disponibile l’accesso a distanza ai servizi di edilizia e di anagrafe, attualmente erogati in centro e scelti anche per la loro intensità di lavoro e per la loro priorità nelle esigenze dei cittadini e delle imprese; ma si potrà anche “accedere” al Sindaco, perché anche la Sala Gialla di Palazzo Priori, sede principale del Comune, è attrezzata con un sistema di teleconferenza Cisco da tavolo con cui il Primo Cittadino può dare appuntamento a distanza ai cittadini.

Nella realizzazione del progetto si è data la massima attenzione alla semplicità d’uso del servizio e alla sua accessibilità per tutti i cittadini, compresi quelli con disabilità. Sia la parte digitale del servizio, sia la sede e gli arredi usati per allestire la Circoscrizione 4.0 hanno caratteristiche inclusive, prestandosi ad esempio alle esigenze di persone ipovedenti o con disabilità motorie.

Nelle intenzioni del Comune, il servizio Circoscrizione 4.0 dopo questa prima sperimentazione – partita in uno dei quartieri più distanti dal centro – potrà estendersi anche alle altre sedi circoscrizionali periferiche ed arricchirsi via via di servizi.  Inoltre c’è l’obiettivo di studiare, con questo stesso tipo di tecnologie, soluzioni per offrire continuità didattica da remoto agli studenti, in caso di particolari situazioni di emergenza o che impediscano di recarsi a scuola.

Circoscrizione 4.0 fa parte del protocollo di intesa firmato da Cisco e dal Comune di Perugia il 12 dicembre 2016, nel quadro di Digitaliani, il piano di investimenti con cui Cisco ha messo a disposizione 100 milioni di dollari nell’arco del triennio 2016-18 per accelerare la digitalizzazione del nostro Paese.

@RIPRODUZIONE RISERVATA