INNOVAZIONE

PA digitale, a Roma debutta la piattaforma Smart Citizenship

Realizzata da Salesforce, la soluzione aiuta il Comune e i 15 municipi che lo compongono a costruire un rapporto digital-first e human-centric con cittadini e imprese per garantire una fruizione più semplice e immediata dei servizi pubblici digitali

25 Mar 2022

F. Me

1600px-Piazza_del_Campidoglio_Roma

Salesforce firma la piattaforma integrata di Citizen Relationship Management del Comune di Roma. La soluzione La piattaforma aiuta il Comune e i 15 municipi che lo compongono a costruire un rapporto digital-first e human-centric con i suoi tre milioni di cittadini a cui si aggiungono le imprese, i turisti e i city users rendendo ancora piu’ semplice ed immediata la fruizione dei servizi digitali della pubblica amministrazione.

“Roma vive per i suoi cittadini, ma anche per i turisti, gli investitori e gli stakeholder di tutto il mondo – spiega Paola Di Maio, Crm e Innovation Manager del Comune di Roma – Prendersi cura di queste relazioni è al centro di tutto ciò che facciamo. Servire i nostri cittadini in modo digitale significa migliorare la qualità, l’accessibilità e la velocità dell’amministrazione pubblica per tutti”.Al canale telefonico si aggiunge una modalità di interazione orientata sempre più al self service. Con un’unica digital identity, e da qualsiasi dispositivo, attraverso il portale MyRhome, i cittadini possono accedere ai servizi pubblici locali (anche quelli delle istituzioni accademiche), presentare e tracciare le richieste, e monitorarne costantemente lo stato di avanzamento.L’utilizzo di Service Cloud e Marketing Cloud di Salesforce fornisce funzionalità self-service omnicanale, una collaborazione senza soluzione di continuità tra i dipartimenti del governo locale e consente ai cittadini di ricevere più rapidamente le informazioni di cui hanno bisogno attraverso chatbot alimentati da soluzioni di Intelligenza Artificiale.Il lancio della piattaforma di Crm integrata col portale MyRhome/Casa Digitale del Cittadino è un altro passo verso la creazione di una “smart city” – un ecosistema di stakeholder pubblici e privati al servizio dei cittadini, ovunque essi siano. “L’innovazione digitale non è solo reinventare il modo in cui il Comune opera, ad esempio per quanto riguarda la riduzione dei costi di manutenzione e l’aumento dei nostri sforzi di sostenibilità. Si tratta di reimmaginare continuamente l’approccio tra pubblica amministrazione e la sua comunità al fine di sostenere una relazione amichevole, confortevole ed accogliente – prosegue Di Maio –  Siamo entusiasti di collaborare con Salesforce per rendere la città di Roma una “platform city”. Questa piattaforma più smart e flessibile che rende la vita dei nostri cittadini più facile, i servizi sempre più personalizzati, e il governo locale più efficace per tutti”.“Attraverso l’immediata adozione delle tecnologie digitali, sempre più amministrazioni pubbliche in tutto il mondo riconoscono la necessità di unire governo e cittadini e di rendere più resiliente tutto ciò che fanno – sottolinea Federico Della Casa, Senior Vice President, Salesforce Public Sector Southern Europe, Middle East and Africa – La nuova strategia Crm del Comune di Roma dimostra il potere della collaborazione tra settore pubblico e privato per fornire una risorsa chiave per i cittadini che richiedono un facile accesso alle informazioni che riguardano i programmi e i servizi della loro città”.“Consentire al Comune di Roma di comprendere meglio e rispondere alle esigenze dei propri cittadini, attraverso un servizio flessibile e personalizzato ovunque essi si trovino, rende il viaggio del cittadino più adeguato a un mondo completamente digitale”, conclude il manager.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

C
Comune di Roma
S
Salesforce

Approfondimenti

P
pa digitale
R
roma

Articolo 1 di 4